VIADOTTI BUSSI POPOLI SULL’A25, NELLA BUFERA I VERTICI DI STRADA DEI PARCHI

Omessa manutenzione di viadotti dell’autostrada A25, quelli denominati “Popoli”, “Bussi”, “Gole di Popoli” e “Svincolo di Bussi”, che avrebbe messo “in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti autostradali”. Per questi motivi i vertici di Strada dei Parchi Spa, tra cui il presidente del Cda, Lelio Scopa, e l’amministratore delegato, Cesare Ramadori, sono indagati nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Pescara relativa ai lavori di manutenzione dell’autostrada A25. In sette sono indagati, a vario titolo, in concorso tra loro, per inadempimento di contratti di pubbliche forniture e attentato alla sicurezza dei trasporti.  Delle indagini, avviate nel 2018 da un esposto di un’associazione ambientalista, si sono occupati i Carabinieri Forestali di Pescara. Oltre a Scopa e Ramadori, sono indagati il direttore generale di esercizio, Gino Lai, il direttore operativo, Marco Carlo Rocchi, il direttore tecnico, Gabriele Nati, il suo predecessore, Mario Bellesia (in carica fino all’ottobre 2017) e il responsabile settore Viabilità, Manutenzione ed Ambiente, Marco Pellicciardi. (Nella foto l’ad Cesare Ramadori con l’ex ministro Danilo Toninelli in un sopralluogo effettuato nell’aprile 2019 lungo il viadotto di Bugnara). 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *