VIADOTTI BUSSI POPOLI SULL’A25, NELLA BUFERA I VERTICI DI STRADA DEI PARCHI

Omessa manutenzione di viadotti dell’autostrada A25, quelli denominati “Popoli”, “Bussi”, “Gole di Popoli” e “Svincolo di Bussi”, che avrebbe messo “in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti autostradali”. Per questi motivi i vertici di Strada dei Parchi Spa, tra cui il presidente del Cda, Lelio Scopa, e l’amministratore delegato, Cesare Ramadori, sono indagati nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Pescara relativa ai lavori di manutenzione dell’autostrada A25. In sette sono indagati, a vario titolo, in concorso tra loro, per inadempimento di contratti di pubbliche forniture e attentato alla sicurezza dei trasporti.  Delle indagini, avviate nel 2018 da un esposto di un’associazione ambientalista, si sono occupati i Carabinieri Forestali di Pescara. Oltre a Scopa e Ramadori, sono indagati il direttore generale di esercizio, Gino Lai, il direttore operativo, Marco Carlo Rocchi, il direttore tecnico, Gabriele Nati, il suo predecessore, Mario Bellesia (in carica fino all’ottobre 2017) e il responsabile settore Viabilità, Manutenzione ed Ambiente, Marco Pellicciardi. (Nella foto l’ad Cesare Ramadori con l’ex ministro Danilo Toninelli in un sopralluogo effettuato nell’aprile 2019 lungo il viadotto di Bugnara).