EMERGENZA POSTI LETTO, ALLARME DELLA CISL MEDICI PER L’OSPEDALE DI SULMONA

Emergenza nell’emergenza per l’ospedale di Sulmona. All’emergenza covid infatti si aggiunge la carenza di posti letto. La Cisl Medici ,con un documento inviato alla Direzione generale, chiede che “l’ospedale di Sulmona possa migliorare la propria organizzazione tenendo sempre presente il bene del paziente e quello degli operatori”. “Come se sette mesi non fossero trascorsi affatto siamo di nuovo in piena emergenza sanitaria che si porta dietro la mancanza dei posti letto. Per questo motivo, un paziente che afferisce al pronto soccorso di Sulmona e ha bisogno di ricovero ospedaliero, rischia di dover aspettare anche più di un giorno prima che si liberi un posto in ambito regionale – sottolinea Gianna Tollis, responsabile della Cisl Medici – L’assistenza viene assicurata dal già carente personale del pronto soccorso che si divide tra pronto soccorso normale, pre-triage e, adesso, vecchio pronto soccorso, dove vengono spostati i pazienti in attesa di posto letto”. Per evitare che le persone, già provate dal contagio e dai sintomi della malattia, debbano attendere in una zona non attrezzata e non rispondente agli standard di sicurezza, la Cisl Medici ha chiesto di destinare l’area grigia al ricovero momentaneo dei pazienti in attesa di posto letto Covid. Con la processazione rapida dei tamponi presso il nostro laboratorio, infatti, da qualche tempo la zona grigia è meno affollata. “Questa soluzione consentirebbe, inoltre, al personale di pronto soccorso di lavorare più dignitosamente, nel rispetto della sicurezza sul luogo di lavoro. In questo momento storico, infatti, è quanto mai necessario lavorare con lucidità perché una semplice distrazione potrebbe comportare un errore che si ripercuote inevitabilmente sulla società tutta : se iniziano ad ammalare i sanitari sarà più difficile per tutti” conclude il sindacato.