IL SULMONESE LUCA RUSSO VINCE IL PREMIO LETTERARIO CONI

di Domenico Verlingieri

Importante affermazione per il podologo e posturologo sulmonese Luca Russo che è risultato tra i vincitori del 54° Concorso Letterario Coni per il suo libro “Biomeccanica. Principi di biomeccanica e applicazioni della video analisi al movimento umano”. Russo ha ottenuto il premio nella sezione Tecnica che gli verrà consegnato nella cerimonia in programma il 30 novembre alle 11.30 nel Salone d’Onore del Coni a Roma. Il libro, pubblicato nel luglio 2019 da “Giacomo Catalani Editore”, tratta gli aspetti riguardanti le analisi del movimento che vanno dalla postura allo sport, alla prevenzione degli infortuni ed alla prestazione. E’ rivolto a tutti gli operatori della salute e del movimento umano. La pubblicazione riassume l’ultimo decennio di lavoro di Luca Russo dal dottorato di ricerca in poi e per quanto riguarda le sue esperienze professionali con privati, squadre e atleti. “E’ un motivo d’orgoglio – afferma – risultare tra i vincitori del premio perché per me rappresenta un riconoscimento agli anni spesi sul campo. Il libro è nato appositamente per fare luce sulle necessità degli operatori della biomeccanica che è un ambito di studio del movimento umano con forti relazioni sia con la postura che con la salute e, perché no, anche con la prevenzione infortuni e la prevenzione in ambito sportivo. Il Coni, quale ente di massima espressione dello sport italiano, premiando questo testo sancisce l’importanza di questi aspetti”. Luca Russo, laureato in scienze motorie e in podologia, lavora non solo a Sulmona ma anche a Roma, Roseto degli Abruzzi e Avezzano e gira da anni l’Italia ed il mondo svolgendo moltissime consulenze: per la Fidal e nello specifico per gli atleti del progetto AEC che si stavano preparando per Tokyo 2020, per la nazionale russa di tiro al volo ed in particolare per un gruppo di atleti in preparazione olimpica e per singoli atleti di livello internazionale di varie discipline come basket e scherma. Svolge inoltre docenze universitarie in sette atenei italiani e relazioni in congressi nazionali ed internazionali. Il suo nome compare in numerose pubblicazioni scientifiche anche di livello mondiale. Ha dato alle stampe quattro libri, tra questi c’è “Biomeccanica” che ha ottenuto il premio del Coni, e sta lavorando per una quinta pubblicazione. Non è nuovo a riconoscimenti importanti in quanto nel 2019, con la sua casa editrice, è stato premiato al Festival del Cinema di Venezia. A distanza di un anno vince il Concorso Letterario Coni onorando, ancora una volta, il nome della città di Sulmona.