IL DIARIO DI SOLIMO: 16 OTTOBRE 1484, LA CHIESA DELLA PRINCIPESSA

di Fabio Maiorano A piè di piazza – quasi al confine col borgo Pacentrano – intorno alla metà del XV secolo fu eretta una chiesetta col titolo di S. Sebastiano. Anni dopo, il 16 ottobre 1484, con proprio diploma la regina Giovanna d’Aragona, principessa di sulmona, volle farne dono al pio luogo della Ss. Annunziata perché vi si celebrasse la messa nella festa del santo e nei giorni di mercato, a beneficio di tutto il popolo. E per coinvolgere il maggior numero di fedeli, la chiesa fu dotata nel 1497 di ampie aperture protette da robuste inferriate sui lati e sul fronte. Agli inizi del secolo successivo, però, la chiesuola fu consacrata al culto di S. Rocco, la cui devozione prese a diffondersi proprio in quel torno di tempo, e nella ricorrenza del santo – il 16 agosto – i canonici dell’Annunziata vi officiavano la messa solenne e cantata. In occasione della festività del 1524, la gentildonna Camilla de Capite, figlia del nobile Giovanni, offrì alla chiesa una preziosa statuetta di S.Rocco in argento, montata su un bussolotto di legno per la raccolta degli oboli e delle donazioni in denaro. Il simulacro fu gelosamente conservato dal Pio luogo dell’Annunziata fino al 1644, quando purtroppo se ne perse ogni traccia…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *