DEBITI FUORI BILANCIO, POLEMICA IN COMMISSIONE: LA MINORANZA CHIEDE DI ACCERTARE RESPONSABILITA’

In commissione, sui debiti fuori bilancio, si accende la polemica. Infatti flussi di denaro continuano ad uscire dalle casse comunali per vertenze di dirigenti e dipendenti o per altri debiti accumulati nel tempo. In arrivo sono altri debiti fuori bilancio, stando alla ricognizione annunciata in aula consiliare dal presidente della commissione Bilancio, Andrea Ramunno. Altri soldi che il Comune sborserà per cinque vertenze, in gran parte di ex dirigenti ed ex dipendenti comunali, che hanno visti riconosciuti i loro diritti. Somme che si aggirerebbero su ulteriori ottantamila euro. Nella seduta di questa mattina la commissione bilancio ha approvato invece a maggioranza i debiti inerenti le vertenze riguardanti il comandante della Polizia locale, Antonio Litigante e l’ex dirigente del quarto settore Amedeo D’Eramo che insieme ai debiti per il pagamento di lavori eseguiti dalla Spinosa Scavi srl sommano a 125mila euro. Mentre per il caso Litigante il Comune pagherà tre rate, per le 86mila euro da dare all’ex comandante, da quest’anno al 2022, per D’Eramo il pagamento il debito di 35mila euro sarà saldato in unica soluzione. “Sarà bene individuare le responsabilità di questi debiti fuori bilancio” ha osservato il consigliere comunale Elisabetta Bianchi. E del resto i revisori dei conti del Comune stigmatizzano l’accumulo di debiti fuori bilancio, sollecitando proprio che siano individuate le responsabilità della formazione di quei debiti. Una pratica che sicuramente non è indice di buona amministrazione. “Sono però responsabilità risalenti almeno a venti anni di amministrazione non all’amministrazione attuale” ha subito precisato Ramunno, ingaggiando un breve “botta e risposta” con Bianchi. Sarebbe bene che i cittadini conoscessero le responsabilità di amministratori comunali e dirigenti che si sono resi responsabili di queste situazioni debitorie. Secondo ben informati non sarebbe peregrino pensare che queste situazioni sono maturate anche per privilegi accordati e non solo per condizioni oggettive.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *