DEBITI FUORI BILANCIO, IL COMUNE DOVRA’ SBORSARE ALTRI 125MILA EURO

Altri 125mila euro di debiti fuori bilancio presto saranno versati dalle casse comunali ai legittimi destinatari. Il nodo ennesimo dei debiti fuori bilancio arriverà lunedi prossimo, 12 ottobre, in commissione Bilancio. Sono somme maturate, in due casi per vertenze di lavoro e in un caso per lavori eseguiti e da pagare. Le vertenze sono quelle dell’ex comandante di Polizia locale, Antonio Litigante e dell’ex dirigente ingegnere Amedeo D’Eramo. Come si sa l’ex comandante ha vinto la causa di lavoro intentata al Comune per aver svolto mansioni superiori e presto potrà riscuotere 86mila euro, come corrispettivo del periodo dal 1° dicembre 2014 al 31 maggio 2016. La somma sarà erogata in tre rate, dal 2020 al 2022, da 28mila euro ciascuna. L’ex dirigente D’Eramo, ottenuto il riconoscimento di indennità di risultato, riscuoterà 35.365 euro. All’ingegnere invece il debito sarà saldato in due annualità. Infine per pagare lavori eseguiti in somma urgenza dalla ditta Spinosa Scavi, il Comune sborserà 4mila euro. All’ultimo punto all’ordine del giorno della seduta di commissione figura “ricognizione situazione debiti fuori bilancio”. “Quel punto l’ho voluto io personalmente – sottolinea il presidente della commissione, Andrea Ramunno – troppe volte siamo arrivati a dover deliberare su debiti fuori bilancio, è il momento adesso di fare una ricognizione al fine di prevenire che compaiano di continuo questi debiti, con aggravio consistente per le casse comunali”.