SCOCCIA: PANICO NEL CENTRODESTRA PER LA CONVENZIONE CON NAPOLI CALCIO, COMMISSIONE BILANCIO BLOCCATA

Il centrodestra appare sempre più incerto nel governo della Regione e “la mancanza di parere dei revisori dei conti alla legge sul ritiro del Napoli Calcio  genera panico nel centrodestra e getta ben più di un’ombra sull’illegittimità della convenzione, firmata ancor prima di aver verificato la disponibilità delle risorse e la possibilità di una consequenziale variazione di bilancio. Si tratta di 1milione e 220mila euro di soldi pubblici che coprirebbero esclusivamente il primo  dei sei anni previsti in convenzione. Un buco milionario che sarà in dote anche per le future giunte. Quando la spregiudicatezza va a braccetto con l’approssimazione è il debito pubblico che diventa il pane quotidiano dei contribuenti”. A denunciarlo è il consigliere regionale Marianna Scoccia, a conclusione di una giornata politica assai agitata in Regione, con la paralisi dei lavori della commissione Bilancio. “Quest’oggi infatti è andata in scena un’ulteriore magra figura di questa maggioranza che, contraddistinta dalla perpetua litigiosità, preferisce bloccare l’attività amministrativa. L’ennesima prova, se ce ne fosse ancora il bisogno, che le forze politiche che governano l’Abruzzo sono più attente ai loro equilibri elettorali che ad amministrare la nostra Regione. Chiusi nelle stanze della politica si sta consumando la guerra tra la Lega e le altre forze politiche di maggioranza. Tanto che oggi la Commissione bilancio della Regione Abruzzo è stata disdetta, non rinviata ad altra data” sottolinea Scoccia. “E così mentre in regione i contagi aumentano e gli esperti si mettono in allarme, in consiglio regionale ci si permette di disdire una commissione bilancio nella quale erano in discussione anche le misure di sostegno al pendolarismo per gli studenti dei Comuni al di sotto dei 2000 abitanti. Chi è solito riempirsi la bocca di aree interne e ha permesso che questa commissione venisse disdetta, oggi dovrebbe vergognarsi” conclude il consigliere regionale.