IL DIARIO DI SOLIMO: 9 OTTOBRE 1914, RECLAME DI CARTA

Le novità e i radicali cambiamenti che nel Novecento rivoluzionarono la vita della comunità sulmonese (l’arrivo dell’elettricità, l’acqua nelle condutture cittadine, le ferrovie,il tram, le opere pubbliche) si riverberarono anche nella pubblicità, quella che periodicamente riempiva le pagine dei giornali. Eccone alcuni esempi, a cominciare dalle miracolose lozioni rigeneratrici dei capelli fatte in casa e raccomandate nientemeno che da un senatore! Che dire, poi, della pubblicità della pasticceria Marcone che, quasi fosse una cartoleria, pubblicizza le “scatole illustrate” con un testo a dir poco banale e con le parole “divise” in fin di riga e mandate a capo? E che dire del telegrafico messaggio del farmacista che non fa parola delle medicine e delle cure ma “spinge” i prodotti enologici?Avveniristica è invece la vignetta con il bel tipetto elegante che sorseggia beato il delizioso liquore all’anisetta di Giuseppe Russo: messaggio semplice ed
efficace che anticipa di decenni la pubblicità sulle riviste patinate, dove sarà la fotografia a farla da padrona.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *