LINEA PESCARA-ROMA E PROGETTO VALORE ITALIA PER LA RINASCITA DELLE AREE INTERNE

Soddisfazione per la presentazione del progetto di prefattibilità per il potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma. Esulta il capogruppo del M5s, in Consiglio regionale, Sara Marcozzi. “Aver messo, nero su bianco, la drastica riduzione dei tempi di percorrenza tra Pescara e Roma, insieme alla velocizzazione del tratto Roma-Avezzano, di quello Pescara-Sulmona e del collegamento potenziato L’Aquila-Sulmona, è un primo obiettivo di un percorso che parte da lontano, al quale il MoVimento 5 Stelle ha lavorato costantemente nel Consiglio regionale di concerto con le competenti Commissioni parlamentari, fin dal primo giorno dell’insediamento nella passata legislatura” sottolinea Marcozzi, assicurando che seguirà passo dopo passo la realizzazione del progetto. La valorizzazione delle linee ferroviarie Pescara-Roma e della Transiberiana d’Italia viene auspicata dal Pd sulmonese, in relazione con il progetto “Valore Italia” presentato oggi a Roma. Tale  progetto  nazionale  mira  alla  promozione  del  turismo  sostenibile  connesso  alla  valorizzazione  del  patrimonio pubblico  di immobili di interesse  storico-artistico  e  paesaggistico,  che  si propone  di contribuire  allo  sviluppo  economico e  sociale  dei  territori  italiani,  grazie  al  partenariato  pubblico-privato.  L’intento  è  quello  di valorizzare  i  circuiti  nazionali di  eccellenza  a  sostegno  del  sistema  Italia,  ovvero  di  progetti  turistico-culturali  legati  alla  mobilità  lenta  e  sostenibile,  al turismo  ferroviario,  alla  rete  delle  case  cantoniere,  alla  rete  dei  borghi,  alle  riserve  naturalistiche  ed  alla  valorizzazione dei  patrimoni immobiliari pubblici. Il Pd propone anche attenzione al riuso,  in  termini  di turismo  invernale,  ottimizzando  il  collegamento  tra  Roma-Pescara,  degli  impianti  di  risalita  del  Piano  delle  Cinque Miglia.  “Sciare  con  il Treno”. Come pure  alla  rete  delle  case  cantoniere  e  degli  stessi  caselli  ferroviari posti  tra  ben  tre  Parchi  Nazionali  (unica  realtà  in  Italia),  al  recupero  delle  caserme  dismesse,  alle  stazioni  ferroviarie (Sulmona  Introdacqua)  per  finire  al  Campo  78,  all’Abazia  e  a  quanto  il comprensorio  oggi  offre  in  termini  di patrimonio immobiliare  pubblico. Il  tutto  sotto  un  unico  brand  “Valore Paese Italia”  che  permetterà  di  attivare  un  sistema  di  azioni  strutturate  e coordinate,  una  piattaforma  comune  anche  per  informare  su  incentivi  alle  imprese  e  forme  di  supporto  economico finanziario  e  fiscale,  a  livello  nazionale  e  mediante  la  Programmazione  Europea. “Ora  tocca  alle  amministrazioni  ed  ai  privati,  noi  come  Circolo  proseguiamo  sul  lavoro  sin  ora  svolto  e  siamo  pronti  a ricevere  e  sostenere  politicamente  tutte  le  iniziative  meritevoli  volte  ad  un  serio  e  concreto  rilancio  del  nostro  territorio” conclude il Pd.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *