ALTRI DUE POSITIVI A CASTEL DI SANGRO

Salgono i contagi a Castel di Sangro. Sono risultati positivi al virus anche i figli dei coniugi ultrasessantenni, ricoverati da ieri nel reparto di malattie infettive dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. I due figli  erano stati già inseriti nella rete della sorveglianza attiva. Salgono quindi  a sette i positivi a Castel Di Sangro dove la situazione resta costantemente  monitorata, soprattutto in relazione ai casi Covid che si sono registrati tra i banchi di scuola, uno all’Istituto Patini-Liberatore dove un docente è risultato positivo e l’altro nella scuola primaria del paese dove è rimasto contagiato un bimbo assieme al padre. Per le due classi della scuola superiore in quarantena  sono stati svolti i tamponi visto che il prossimo 9 ottobre scade la sorveglianza attiva. Le scuole restano le “osservate speciali” sia a Castel di Sangro che a Sulmona dove si cerca di giocare d’anticipo. Il preside del Liceo Scientifico “E. Fermi”, Massimo Di Paolo  dopo la segnalazione arrivata da due studenti, ha disposto la didattica a distanza preventiva per una classe quinta, proprio per agire sul fronte della prevenzione e mitigare il rischio contagio. In Valle Peligna il contagio si è stabilizzato anche se ci sono alcuni fronti da monitorare e i dati sono ancora in corso di elaborazione da parte della Asl. Non si escludono sviluppi nelle prossime ore. Si sta aspettando, ad esempio, l’esito del tampone svolto su una donna di Sulmona che ha richiesto le cure  mediche dopo la comparsa dei sintomi. E’ risultata positiva alla Tac. Al momento il dato parziale ha fatto salire il conto delle positività a 225 Covid di cui 214 in Valle Peligna e 11 in Alto Sangro, compresi i 120 guariti e i 7 pazienti ricoverati in ospedale non in terapia intensiva.