LICEO SCIENTIFICO, IL PRESIDE GIOCA D’ANTICIPO SUL VIRUS E PER UNA CLASSE TORNA LA DIDATTICA A DISTANZA

Contro il rischio di contagio da coronavirus il preside del Liceo scientifico Fermi, Massimo Di Paolo, ha giocato d’anticipo. Così questa mattina il dirigente scolastico con una circolare ha ordinato la sospensione delle attività didattiche in presenza per gli studenti della classe V dell’istituto e domani farà lezione con didattica a distanza presso il proprio domicilio. Nessun contagio da covid-19 è stato accertato in classe, né ci sono casi sospetti. Ma con il monitoraggio della curva epidemiologica Di Paolo ha deciso di sospendere le lezioni in presenza per la giornata di domani in via cautelativa e solo a scopo precauzionale. “La decisione è stata presa per verificare eventuali rischi di contagio da Covid-19 che si stanno accertando in sintonia e collaborazione con la Asl di riferimento”- spiega il preside, precisando che “la disposizione relativa alla didattica a distanza per la giornata di domani è solo un atto preventivo di tutela, privo, allo stato attuale, di allarme. Siamo in attesa delle procedure di accertamento che saranno a discrezione della Asl”. E’ un modo per cambiare l’approccio culturale e il paradigma di gestione dell’emergenza. Evitare il contagio significa anche e soprattutto questo. A maggior ragione nelle scuole che restano le “osservate speciali”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *