CASTELVECCHIO C5, DOPO LA RINUNCIA ALLA B IL PROGETTO CONTINUA CON LA BRIGANTI POPOLI

di Domenico Verlingieri

La prima partecipazione in Serie B della squadra di calcio a 5 di Castelvecchio Subequo rimane un sogno irrealizzato. La società dell’Antonio Padovani Futsal, ripescata in B il 7 agosto scorso, ha dovuto a malincuore rinunciare alla terza serie nazionale “dopo essere stati illusi dalle promesse fatte e mai mantenute che ci hanno colpito sia da un punto di vista sportivo ma anche da un punto di vista personale”. E’ quanto si legge in una comunicato stampa del Gs Castelvecchio Subequo 1963 che coglie l’occasione per chiedere scusa a chi, dal primo all’ultimo momento, aveva creduto alla Serie B per il piccolo centro della Valle Subequana. “Siamo stati colpiti – prosegue la nota – come un parafulmine da tutte le accuse rivolte nei nostri confronti negli ultimi giorni però insieme abbiamo trovato la forza di andare avanti con il nostro presidente, punta di questo parafulmine, ultimo baluardo di questo nostro progetto iniziato cinque anni fa e che continuerà ancora per tanti anni”. Il riferimento è a Gianni Costantini che, al timone in questi anni della dirigenza dell’Antonio Padovani, annuncia che il progetto ripartirà da zero insieme alla società del Città di Popoli Briganti C5 con la prima squadra, impegnata nel campionato di Serie D, e con la formazione Under 19. “Si tratta – afferma Costantini – di una collaborazione tra le due realtà per un progetto ambizioso. Affronteremo il campionato con il nome della Briganti Popoli che avrà il supporto della componente di Castelvecchio Subequo per consolidare la nostra amicizia storica”. Alla guida tecnica ci sarà Andrea Valente che allenerà sia la prima squadra che l’Under 19 per valorizzare i tanti giovani a disposizione. “Ci dispiace – aggiunge Costantini – aver rinunciato alla Serie B dopo la vittoria della Coppa Italia di C1 ma siamo soddisfatti ed entusiasti di continuare l’avventura con tanti ragazzi validi”. Il Gs Castelvecchio Subequo 1963 ringrazia la Briganti Popoli e conclude con una promessa: “Ci impegneremo tutti per tornare nel più breve tempo possibile lì dove siamo sempre stati, lì dove ci meritiamo di essere!”.      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *