OVIDIANA SULMONA, IN DIECI DOPO 20 MINUTI ESCE SCONFITTA A TESTA ALTA: VINCE IL PUCETTA 2-1 (video)

di Domenico Verlingieri

Cuore e carattere non bastano all’Ovidiana Sulmona che, costretta a giocare per 70’ in dieci uomini a causa dell’espulsione del portiere Meo, è uscita sconfitta ma a testa nella prima gara di campionato allo stadio Luca Poggi di Tagliacozzo contro il Pucetta. La squadra di Mauro Scimia prova a rendersi propositiva sin dai primi istanti del match con Pizzola che, servito da un cross dalla destra di Safon, manda fuori. Gli equilibri si rompono subito perché all’11’ c’è il vantaggio del Pucetta con Di Berardino che segna di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Liberati. I sulmonesi rispondono con una punizione di Tuzi terminata in out. Al 20’ i biancorossi restano in dieci. L’estremo difensore Meo ferma fallosamente fuori area Nazzicone e l’arbitro Sivilli di Chieti estrae il rosso diretto per fallo da ultimo uomo. Scimia, costretto la cambio, non può però far entrare un portiere vista l’assenza in panchina di Di Placido per squalifica. Tra i pali viene impiegato Shala che entra al posto di Pizzola. Shala si distingue subito parando una punizione di Mercogliano. Ad attaccare di più è la squadra in inferiorità numerica che ci prova con un colpo di testa di Brack dopo una punizione di Tuzi e con un tiro di Kras parato da Colella che, allo scadere, devia in angolo una conclusione dalla distanza di Safon. Sugli sviluppi del corner Silvestri di testa manda fuori. Nella ripresa i sulmonesi cercano la strada del pareggio ma Tuzi spedisce alto ed il tiro di Carosone viene parato da Colella. Le buone iniziative dei ragazzi di Scimia vengono smorzate ancora una volta dalla sfortuna. Al 13’ un tiro in area di Mercogliano viene deviato in rete dal difensore sulmonese Silvestri e così il Pucetta raddoppia. L’Ovidiana Sulmona non demorde e sfiora il gol con un colpo di testa di Hallulli sugli sviluppi di un corner. Quasi al novantesimo il Sulmona accorcia le distanze su rigore assegnato per un intervento falloso su Hallulli. Dal dischetto Carosone non sbaglia mettendo a segno il meritato gol che però non basta ad evitare la sconfitta che, per il gioco espresso dalla squadra in inferiorità numerica, non demoralizza affatto.

PUCETTA: Colella, Mancinelli, Di Stefano, Liberati, Castellani, Di Berardino (20’ st Idrofano), Iafrate (14’ st Paolini), Pascucci, Nazzicone (24’ st Morgante), Mercogliano, Di Virgilio (48’ st Capodacqua). A disposizione Dell’Unto, Di Marco, Tavani, De Lucia, Zazzara. Allenatore Corrado Giannini.

OVIDIANA SULMONA: Meo, Safon, (1’ st Coletti), Scutti, Tuzi, Silvestri, Brack, Pizzola (23’ pt Shala), Kras, Carosone, Giallonardo (3’ st Federico), De Vincentis (29’ pt Hallulli). A disposizione Colaiacovo, Bianchi, Laperchia. Allenatore Mauro Scimia.

Arbitro: Pietro Sivilli (Chieti). Assistenti Stefano Coccagna e Fabio Cicconi (Teramo).

Reti: 11’ pt Di Berardino (P), 13’ st autogol Silvestri (P), 44’ st su rig. Carosone (OS).

Note: al 20’ del primo tempo espulso il portiere dell’Ovidiana Sulmona Meo. Ammoniti Mancinelli, Castellani e Mercogliano (Pucetta), Brack e Carosone (Ovidiana Sulmona).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *