LA LEGA: SI FACCIA PIENA LUCE SUL CORTO CIRCUITO ISTITUZIONALE PROVOCATO DA VICENDA COGESA

Fare piena luce “sull’evidente corto circuito istituzionale che si è creato sul nostro territorio” a causa dell’inchiesta giudiziaria sul Cogesa. La richiesta viene dalla Lega Sulmona che esprime “grande preoccupazione per le vicende giudiziarie che stanno interessando il Cogesa negli ultimi giorni, e più in generale per la situazione finanziaria delle partecipate e di alcuni enti pubblici”. “La richiesta di rinvio a giudizio dell’amministratore unico per falso in bilancio e peculato apre scenari che fanno sorgere dubbi sulla tenuta di una delle più importanti partecipate della Regione, con conseguenze nefaste soprattutto per i dipendenti e le loro famiglie, infatti le norme vigenti prevedono il fallimento per le società pubbliche” sostiene la Lega, avanzando anche il timore che “se le gravi accuse sul bilancio dovessero essere riscontrate, è possibile ipotizzare che non sarebbe conforme al vero neanche il Bilancio 2018 del Comune di Sulmona, e di conseguenza anche quelli degli altri “Comuni Soci”. “La governance che domina in Valle Peligna, volta soltanto al consolidamento del potere di una precisa parte politica è visibile e nota a tutti (nessuno escluso), unitamente alle “collusioni” che hanno raggiunto livelli “inimmaginabili” disegnano un quadro che mette a rischio la tenuta sociale e delle istituzioni nel nostro territorio – accusano i leghisti – Crediamo inoltre sia arrivato il momento di fare chiarezza anche sul comportamento e le commistioni di alcuni Comuni soci (Sindaci), oltre a quello dell’Assemblea che un giorno vota per la conferma dell’Amministratore Unico e dopo pochi giorni inspiegabilmente cambia idea e vota per un Consiglio d’amministrazione”. Secondo la Lega “altro capitolo da chiarire è quello delle assunzioni. A guardare il sito web del Cogesa , si ha l’impressione di essere capitati sul sito di un’Agenzia interinale: si parla solo di selezioni, mai di servizi al Cittadino. Dopo il vergognoso Festival dei concorsi e delle promesse di assunzioni messo in atto alle regionali 2018 , adesso spuntano sul sito nuovi specchietti per le allodole in vista delle comunali 2021”. “È ora di fare piena chiarezza sulla gestione degli ultimi anni del Cogesa, della Saca, del Consorzio di Bonifica, e questo potrà avvenire soltanto con una nuova gestione svincolata anche dagli interessi e dalle commistioni dei soci – conclude la Lega Sulmona, annunciando che “chiederà anche attraverso i suoi rappresentati al Parlamento che si attivino tutte le Istituzioni preposte per fare piena luce sull’evidente corto circuito istituzionale che si è creato sul nostro territorio”.