RIVISONDOLI, L’AVVOCATO DEL SINDACO: DIMOSTREREMO LA TOTALE ESTRANEITA’ DI CIAMPAGLIA ALLE ACCUSE

“Dimostreremo nel corso del processo, che si deve ancora aprire, la completa innocenza del sindaco di Rivisondoli, Roberto Ciampaglia e la sua assoluta estraneità rispetto alle ipotesi di reato contestate”. A parlare è l’avvocato Pietro Savastano, difensore del sindaco, sul quale pendono le gravi accuse di abuso edilizio, abuso d’ufficio e truffa aggravata ai danni della Regione, formulate dalla Procura della Repubblica che per il sindaco ha chiesto il rinvio a giudizio.  “Già da alcuni documenti contenuti nel voluminoso fascicolo dell’accusa, oltre 10.000 pagine, emergono elementi che militano nel senso della assoluzione del primo cittadino di Rivisondoli” sostiene l’avvocato Savastano, osservando che “gli atti a cui fa riferimento l’indagine sono ormai datati, giacché risalgono al periodo 2012-2015 e che, semmai, avrebbero dovuto vedere l’esercizio dell’azione penale a tempo debito e non già dopo circa otto anni dal loro compimento”. Peraltro, il sindaco e il suo legale ritenevano che la questione fossa stata ampiamente chiarita, tenuto anche conto della piena collaborazione dimostrata agli inquirenti, attraverso la richiesta volontaria di sottoporsi all’interrogatorio e il deposito di atti difensivi. Da parte sua Ciampaglia si dichiara “assolutamente sereno ed estraneo a ogni addebito, come sarà sentenziato dalla magistratura nella quale confido”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *