PUGLIELLI (TDS): TEST PERIODICI ANCHE A SCUOLA E NEI TRASPORTI, A TUTELA DEGLI ALUNNI

Test periodici per gli alunni e per tutto il personale scolastico ma anche per gli operatori del trasporto urbano. Come pure va finalmente attivato il test molecolare nell’ospedale di Sulmona, atteso da mesi. Sempre in prima linea, Catia Puglielli, referente del Tribunale della Sanità per Sulmona, interviene con un appello alle istituzioni, al mondo della scuola e ai dirigenti Asl. All’indomani del caso di contagio che ha riguardato un autista del trasporto urbano, Puglielli ricorda che “un solo tampone non è garanzia assoluta di salute, perchè chi risulta negativo un giorno, dopo dieci giorni potrebbe essere positivo, quindi contagiato”. “Come il personale ospedaliero è sottoposto a periodici controlli, così dovrà essere anche per il personale scolastico e dei trasporti” insiste Puglielli. “Pensiamo al rischio di chi guida autobus – precisa – può purtroppo veicolare il virus tra gli alunni e studenti di diversi istituti e tra diversi gruppi di viaggiatori” spiega Puglielli, avvertendo che è esposto a rischio tutto il sistema. Infatti anche un solo contagio condiziona intere classi, personale scolastico, famiglie. “Anche i negativizzati, se non possono fruire subito di nuovi test, sono costretti a restare bloccati in casa per lungo tempo – conclude – così devono sopportare un sacrificio enorme prima di poter tornare in tutta tranquillità ad una vita normale”. Da qui la necessità urgente del macchinario, promesso da settimane, per l’analisi rapida dei test, che oggi viene fatta solo nei laboratori dell’Aquila e Avezzano, con consistente impegno di personale e risorse economiche.