BATTAGLIA SUI SOCIAL IN DIFESA DELL’ARROSTICINO ABRUZZESE, “E’ SOLO QUELLO CON CARNE DI PECORA”

“L’arrosticino autentico abruzzese è solo quello con carne di pecora”. A precisarlo è l’imprenditore sulmonese Fabio Spinosa Pingue, amministratore del gruppo Pingue, socio Conad, con punti vendita sparsi tra Sulmona, L’Aquila, Avezzano e Chieti. La precisazione dell’imprenditore arriva in replica ad un post comparso su Facebook con tanto di foto di una confezione di carne con la scritta “arrosticini di suino”. E subito gli abruzzesi, ritrovando in un attimo orgoglio regionale e sano campanilismo, hanno inveito, chi con toni più spinti, chi con toni più pacati, contro l’autore di quel post, ricordando che quello con carne di suino è spiedino. Nulla a che vedere con i gustosi arrosticini, in dialetto “rustell”, esclusivamente con carne di pecora, che insieme ai confetti e all’aglio rosso di Sulmona, sono tra i prodotti più tipici e quindi più simbolici dell’Abruzzo. “Questo prodotto a marchio – continua Spinosa Pingue – arriva nei nostri supermercati dal nazionale e in tutta Italia. Se per noi abruzzesi l’arrosticino è solo quello con carne di pecora, per il resto della Penisola non è così”. “Oltretutto il termine di arrosticino riesce ad essere più convincente, in fatto di marketing, con il freddo termine di spiedino”. Quello del post sui social, in fondo, è solo un lieve incidente occorso all’arrosticino abruzzese ma secondo l’amministratore del gruppo Pingue-Conad, partendo da questo fatto sarà bene portare a compimento quei progetti finalizzati alla tutela dell’arrosticino abruzzese o meglio “rustell”.