IL CORONAVIRUS ESCLUDE DAL VOTO ELETTORI POSITIVI E IN QUARANTENA

Il coronavirus “scippa” il diritto di voto ad oltre un centinaio di elettori, residenti tra Sulmona ed i centri del comprensorio toccati dal virus. La mappa dell’esclusione dal voto, che riguarda in tutto 120 elettori, iscritti nell’elenco della sorveglianza attiva, tra chi è in quarantena e chi è positivo al Covid-19. Il primato degli elettori esclusi spetta a Bugnara che conta 58 sorvegliati che resteranno a casa, 34 positivi compresi. A seguire c’è Pettorano sul Gizio con 31 (26 positivi), Raiano 8 (1 positivo), Corfinio 7 ( 2 positivi), Vittorito 5 (1 positivo), Castel di Sangro 5 ma nessun positivo, Roccacasale 3 (0 positivi), Villetta Barrea 1 (0 positivi), Anversa degli Abruzzi 1 ( 0 positivi) e Castelvecchio Subequo 1 (0 positivi). Tutti rigorosamente vigilati dall’Asl. Nessuno di loro potrà votare per le comunali ma solo per il referendum se però hanno fatto richiesta di voto a domicilio entro il termine del 15 settembre scorso. Così è previsto dalla normativa, che però palesa una contraddizione, almeno apparente, tra voto a domicilio concesso per il referendum e non invece per le elezioni amministrative. Elettori tutti alle urne Ateleta, Pescocostanzo, Rocca Pia, Cansano, Acciano, Castel Di Ieri, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli e Molina Aterno dove non ci sono né casi Covid e né quarantene attivate per contatti con casi positivi. Il portale della sorveglianza per tutta l’area peligno-sangrina conta complessivamente 439 persone. La stragrande maggioranza se non la quasi totalità non voterà nemmeno al referendum perché, per il voto a domicilio, si poteva fare istanza fino allo scorso 15 settembre.