CREPE SEMPRE PIU’ LARGHE NEL MURO DELLA FONTANA DI SANTA MARIA DI RONCISVALLE CHE RISCHIA DI CROLLARE

Rischia di crollare da un momento all’altro il muro intorno all’antica Fontana di Santa Maria di Roncisvalle, tra le più antiche della città, posta di fronte all’omonima chiesa. Mentre in questi giorni la Soprintendenza ha avviato finalmente i lavori nella chiesa, il muro mostra crepe sempre più larghe che lasciano prevedere un crollo anche imminente. Se non s’interverrà subito rischia danni irreparabili l’antica fontana, all’imbocco del tratturo, che in secoli remoti fu testimone del passaggio di numerosi pastori, che dall’Abruzzo portavano le greggi nelle terre pugliesi del Tavoliere, nel periodo della transumanza. A quella fontana si abbeverava il bestiame, mentre nella piccola chiesa di fronte i pastori trovavano rifugio, materiale e spirituale durante il duro e lungo cammino intrapreso. Ora non può passare ancora inosservato o nella più totale indifferenza quel muro che rischia di sbriciolarsi, tanto più nel momento in cui sono in corso lavori ad un solo passo di strada. Il muro va rinforzato con urgenza, per evitare danni ingenti, che sarebbero offesa ad un monumento cittadino, purtroppo non unico a rischiare di restare vittima di trascuratezza e dei soliti tempi lunghi della burocrazia.