LE MUSICHE DEL SULMONESE D’ARTISTA PER IL DEBUTTO A TRENTO DEL “GRUFFALO'”

Debutterà a Trento il “Gruffalò” il nuovo musical per tutta la famiglia con la regia di Manuel Renga e le musiche originali firmate dal compositore sulmonese Patrizio Maria D’Artista. Lo spettacolo prodotto da Fondazione AIDA, Centro Servizi Culturali Santa Chiara, Teatro Stabile del Veneto e la Bernstein School of Musical di Bologna andrà in scena in anteprima nazionale a Trento domenica prossima, 20 Settembre, all’Auditorium Santa Chiara alle ore 17.30. Il Gruffalò, personaggio creato da Donaldson e Scheffler, e protagonista di molte pubblicazioni, tradotte in oltre trenta lingue, è conosciuto e apprezzato da bambini e genitori di tutto il mondo e arriva finalmente in Italia, per la prima volta, nella sua versione musical. La messa in scena, che prevede il coinvolgimento del pubblico, racconta la vicenda del celebre topolino e della sua spiccata fantasia in forma di musical, lasciando intatte le rime della scrittrice inglese e facendo indossare agli attori costumi ispirati alle illustrazioni del disegnatore tedesco Scheffler. I bambini oltre a riconoscere facilmente il testo, saranno immersi in un’atmosfera sognante e avventurosa grazie alle canzoni originali, scritte appositamente per lo spettacolo, alle situazioni comiche, nonché alle coreografie che vanno ad arricchire la favola originale. La regia è affidata a Manuel Renga, che ha partecipato anche all’adattamento drammaturgico con Pino Costalunga, autore esperto di letteratura per l’infanzia. Le musiche, tutte originali, sono state composte da Patrizio Maria D’Artista. In scena: Giuseppe Brancato, Stefano Colli, Federica Laganà, Elisa Lombardi. Coreografia di Elisa Cipriani e Luca Condello. “Le musiche composte per lo spettacolo – spiega il compositore D’Artista – sono la naturale estensione drammaturgica del testo letterario. Ci faranno conoscere più a fondo i nostri protagonisti grazie ad una forte caratterizzazione sonora che ne esalta i lati più distintivi. Le atmosfere musicali magiche e sognanti, con sonorità classiche e tipiche del musical theatre ma filtrate da una rilettura pop, saranno il mezzo attraverso il quale vivere a pieno il fantastico mondo del Gruffalò”. Un nuovo e meritato riconoscimento questo per il compositore sulmonese che, dopo il “Venere e Adone” di Daniele Salvo, diretto artisticamente da Gigi Proietti, che ha debuttato lo scorso 29 luglio al Globe Theatre di Roma, torna in teatro con un tour nazionale di grande rilievo.