CALCIO DILETTANTI, DOMANI SI RIPARTE: ECCO GLI OBBLIGHI DA RISPETTARE

Il calcio dilettantistico abruzzese ripartirà dopo sette mesi di stop con le gare della Coppa Italia di Eccellenza in programma domani a porte chiuse nel rispetto dei protocolli anti-Covid. L’ingresso sarà consentito solo ai tesserati, ai giornalisti, al personale sanitario e alle forze dell’ordine per un totale di circa 140 persone. Il gruppo di ogni squadra, tra giocatori e staff tecnico e dirigenziale, non può superare le 40 unità. Sarà obbligatorio da parte di ogni società nominare un referente preposto al controllo dell’attuazione del protocollo. Gli arbitri dovranno arrivare un’ora e 45 minuti prima dell’inizio della gara e gli ingressi delle due squadre, insieme alla terna, saranno scaglionati. Prima di accedere allo stadio ogni persona sarà tracciata, con un’apposita autocertificazione, e sottoposta alla misurazione della temperatura corporea (l’accesso sarà vietato se superiore ai 37,5°). Sugli spalti si dovrà indossare la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Modifiche riguarderanno anche le interviste del post gara che dovranno essere effettuate sul terreno di gioco. Gli appelli del Comitato abruzzese della Figc alla Regione, affinché consentisse l’apertura degli impianti ad un numero di gran lunga inferiore alla capienza, sono rimasti inascoltati. Dopo il Dpcm che prolunga la chiusura degli stadi fino al 7 ottobre, la Figc e le società sperano che venga emanata un’apposita ordinanza in deroga, come avvenuto per il Napoli a Castel di Sangro e per il Trofeo Matteotti di ciclismo a Pescara. (D.V.)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *