GIORNATA DELLA PREVENZIONE NELL’OSPEDALE DI CASTEL DI SANGRO, CON “AMOROSA” E NOMADI FANS CLUB

Sabato scorso a Castel di Sangro si è svolta una giornata all’insegna della prevenzione, organizzata dall’associazione AmoRosa. Nell’Ospedale di Castel di Sangro il dottor Alberto Bafile e la dottoressa Marika Mascio hanno prestato la loro opera volontaria arrivando ad effettuare 58 visite senologiche con ecografia. Contemporaneamente, alle 11, sono state consegnate al direttore Maurizio Masciulli e destinate al presidio ospedaliero di Castel di Sangro, con particolare riguardo per le donne meno abbienti, le sonde per l’apparecchio ginecologico di ultima generazione Vagi Comby Plus, acquistate con il ricavato del concerto di beneficenza del 9 agosto scorso tenuto da Antonello Persico proprio a Castel di Sangro. Grande soddisfazione esprimono i presidenti delle due Associazioni, Raffaella Dell’Erede per AmoRosa e Vincenzo Bisestile per i Nomadi fans club, uniti in un sodalizio che ha prodotto il concerto e che vuole continuare ad operare a beneficio del territorio. Presenti alla consegna anche il dottor Rinaldo Mariani, primario radiologo dell’ospedale di Sulmona e Castel di Sangro e la dottoressa Anna Maria Stammitti, ginecologa, che ha spiegato l’efficacia sperimentata del Vagi Comby Plus in relazione a disturbi e patologie inerenti il pavimento pelvico. L’apparecchio è disponibile presso strutture private e dunque solo gli ospedali di Castel di Sangro e Sulmona ne usufruiscono in regime di sanità pubblica sull’intero territorio nazionale. Con questa operazione, inoltre, si favorisce la subitanea riapertura dell’ambulatorio di ginecologia presso l’Ospedale di Castel di Sangro i cui locali, in adeguamento strutturale post covid, dovranno essere presto nuovamente fruibili.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *