CALCIO DILETTANTISTICO, ORTOLANO: “SI DOVRA’ RIPARTIRE CON I PROTOCOLLI”

di Domenico Verlingieri

“E’ un momento difficile. Viviamo in un momento di incertezza perché dovranno esserci le ordinanze regionali in base al nuovo Dpcm. L’unica certezza è stato quello di vedervi ripartire. Un campionato ricco di società blasonate e con la cultura del dilettantismo. Dobbiamo ripartire con dei protocolli”. E’ quanto ha dichiarato il presidente della Figc Abruzzo Daniele Ortolano in apertura della videoconferenza con i 20 presidenti delle società di Eccellenza. Ortolano ha richiamato tutti alla prudenza ed alla responsabilità anche individuale. Per quanto riguarda la presenza del pubblico, si attendono novità dal nuovo Dpcm. “Se sarà rispettata l’ordinanza per la riapertura degli stadi – ha detto Ortolano – il pubblico (1000 persone all’aperto e 200 al chiuso) potrà accedere dietro la prenotazione in prevendita ed all’ingresso dovrà essere gestito il distanziamento e si dovrà procedere alla misurazione della temperatura. Tutti gli spettatori dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento”. Daniele Ortolano ha poi riferito che sarà obbligatorio per i calciatori presentare il certificato di idoneità dell’attività agonistica. Per quanto riguarda l’utilizzo degli spogliatoi non sono vietati ma si dovrà entrare a gruppi. Le docce non sono vietate ma vanno utilizzate in misura ridotta, senza entrare tutti insieme ma un po’ alla volta in base alla capienza. Il medico della Figc Abruzzo Massimo Nicolai ha riferito che andranno stabiliti un punto di accoglienza, un punto squadra e l’ingresso spogliatoi. “Mascherina, distanziamento e igiene sono le cose essenziali”. Ha concluso Nicolai. Per quanto riguarda eventuali responsabilità a carico di società e presidenti, ci saranno solo in caso di omissione delle direttive previste. Ha annunciato il delegato assembleare Giovanni Sorgi. Ad aprire la riunione il neo presidente dell’Aia Fabrizio Lanciani che ha parlato quale dovrà essere il comportamento degli arbitri che arriveranno un’ora e 45 minuti prima dell’inizio delle gare, l’ingresso con gli assistenti avverrà con il distanziamento e non ci sarà la presenza dei bambini ad accompagnare le squadre in campo. 

La stagione ufficiale dell’Eccellenza comincerà domenica prossima con l’andata del primo turno di Coppa Italia. Sarà una stagione difficile perché se dovesse verificarsi qualche caso di positività al Covid 19 cosa succederà?

“Questo nodo non è stato ancora sciolto – ha risposto Ortolano – perché non ci sono ancora disposizioni in questo senso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *