QUATTORDICI NUOVI CASI FANNO BALZARE ANCORA IN AVANTI I CONTAGI IN VALLE PELIGNA

Sono tutte legati ai focolai attivi i nuovi contagi ma i numeri continuano a crescere confermando l’estrema pericolosità del virus che riesce a colpire quando il livello di attenzione. Diventa più basso. Sono due i casi  accertati a Sulmona nella giornata di oggi di cui uno riferito al cosiddetto focolaio di ferragosto e l’altro al genitore  di un operatore del distretto sanitario. Quattro  casi sono stati registrati a Bugnara tutti legati al focolaio di Torre dè Nolfi, quello della messa all’aperto, dove il contagio non si ferma. Nella piccola frazione in sessanta sono stati sottoposti al tampone e sempre nella giornata di oggi è arrivata la buona notizia per sedici persone, tutte negative al virus. Il virus continua a fare “vittime” anche a Pettorano sul Gizio dove si contano quattro nuovi casi di cui tre legati al focolaio della montagna e uno all’azienda che produce alimenti. Completa il quadro Introdacqua che torna a far registrare un contagio. Si tratta di una minore, in buone condizioni, legata a un focolaio già tracciato. Ci sono poi tre tamponi processati dal laboratorio di Chieti, tutti con esito positivo, per i quali sono in corso le verifiche circa la provenienza. Anche se dovrebbero anche questi far riferimento alla frazione di Torre de’ Nolfi. Il bilancio delle positività sale quindi a 126 casi accertati nel Centro Abruzzo di cui quattro riferiti all’area sangrina e tre con provenienza al momento sconosciuta. Nel frattempo resta sotto stretta osservazione il fronte che si è sviluppato nella casa di riposo della Curia dove oggi sono stati svolti circa 100 tamponi in seguito a un caso di positività al Covid-19 riscontrato su una operatrice della cucina. Gli esiti sono attesi entro le prossime 48 ore mentre due degenti con sintomatologia, già tamponati in precedenza, sono risultati negativi. Al Cogesa è scattata la sorveglianza attiva per cinque persone anche se i numeri sono da aggiornare dopo il contagio accertato su un dipendente che presta servizio nella guardiania della discarica di Noce Mattei. C’è poi il filone legato al distretto sanitario e agli operatori del 118 che la ASL tiè de sotto stretto controllo. Il grosso dei risultati è atteso quindi per le prossime ore mentre c’è da sperare che tutti i contagi restino legati ai focolai esistenti senza nuove sorprese. 
MAPPA DEL CONTAGIO: Sulmona 58, Bugnara 24, Pettorano sul Gizio 20, Pratola Peligna 9, Introdacqua 5, Pacentro 1, Scanno 1, Corfinio 1. Totale 119 casi area peligna
Pescasseroli 3, Scontrone 1 Totale 4 casi area sangrina + 3 senza provenienza