QUARANTUNO ANNI IN DIVISA ED UNA CARRIERA ONORATA IN POLIZIA, IN PENSIONE L’ISPETTORE PIZZOFERRATO

Quarantuno anni indossando la divisa della Polizia di Stato, vivendo un’onorata carriera. Da oggi l’ispettore Roberto Pizzoferrato è in pensione. La sua carriera lo ha visto impegnato in presìdi di polizia importanti, in città come Roma e Torino, poi L’Aquila, fino ad approdare a Sulmona dove ha prestato servizio per ben 30 anni prima nella Squadra Volante e poi nella polizia giudiziaria, sempre al fianco del collega Daniele L’Erario. Una carriera lunga quella vissuta da Pizzoferrato al servizio della Polizia e dei cittadini che ha avuto inizio nel 1979 in giro per l’Italia fino a quando nel 1990 si è ritrovato negli uffici del commissariato in via Sallustio. Con la polizia giudiziaria ha svolto indagini investigative di tutto rilievo. Dall’omicidio Pagano a quello degli albanesi a Pratola Peligna. Come pure Pizzoferrato è stato tra gli inquirenti nel tragico caso del Morrone nel 1997 e nell’arresto del boss Mallardo nel 2015. Lo stesso Pizzoferrato è stato impegnato anche in attività di contrasto alla microcriminalità, nelle operazioni di prevenzione e repressione dell’uso e dello spaccio delle sostanze stupefacenti e all’usura, da anni ormai piaghe anche di questa città e del suo territorio. Risale invece al 2014 l’onorificenza attribuitagli come Cavaliere della Repubblica per meriti speciali oltre alle varie benemerenze gelosamente custodite, tra cui quella conferita dalla Prefettura nel 2014 per la sparatoria di via Pescara. Un poliziotto che si è sempre distinto per la sua serietà professionale ma anche per il garbo, l’educazione e per quella umanità che mai va messa da parte e indossata insieme alla divisa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *