FAGGIOLI VINCE LA CRONOSCALATA DEL COVID A TEMPO DI RECORD

È Simone Faggioli il vincitore della 58^ Cronoscalata “Svolte di Popoli”. Il pilota toscano su Norma M20 FC si aggiudica il duello col trentino Christian Merli su Osella FA 30 sia in prima che in seconda manche e stabilisce il nuovo record sulla singola salita (2’56”.28) e sul tempo aggregato (5’53”.76), infliggendo al suo diretto avversario (primo del gruppo E2 SS) un distacco totale di 5”.44 e andando anche a migliorare il precedente record sul tracciato popolese che apparteneva già a lui (3’00”.12) e risaliva al 2016. A completare il podio è l’altra Osella FA 30 del siciliano Domenico Cubeda che realizza un complessivo 6’06”.72 somma di due tempi praticamente uguali. Al quarto posto si piazza Diego Degasperi su Osella FA 30 Zytek (aggregato di 6’16”.28), seguito dal siciliano Luigi Fazzino sulla novità Osella PA 2000 Turbo e al secondo posto nel gruppo E2 SC alle spalle del vincitore assoluto Faggioli con il tempo totale di 6’21”.83. Nel gruppo CN ha lasciato punti per strada il favoritissimo Rosario Iaquinta, penalizzato dal ritiro in prima manche che consente a Marco Capucci su Osella PA 21 Evo (aggregato di 7’04”.03) di conquistare il successo nella gara popolese. Brinda al successo nel gruppo E2 SH il teramano Marco Gramenzi che su Alfa 4C 01 Furore fa registrare il tempo complessivo di 7’11”.14. Nel gruppo GT Lucio Peruggini su Lamborghini Huracàn arriva davanti a tutti col tempo di 7’04”.04 mentre Giuseppe Aragona su Mini John Cooper Works è il più veloce del gruppo E1 dove nella classe 1400 il popolese Mattia Fasciano su Peugeot 106 R si classifica al secondo posto con il tempo aggregato di 8’03”.22 che è anche il migliore fatto registrare dai piloti di Popoli. Nel gruppo A vince Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer 3000 (7’39”.21) mentre in Prod-E il popolese d’origine Pietro Chiarelli su Honda Civic 1600 conquista il primato con due salite in 8’49”.27. Nel gruppo N è Antonino Migliuolo a comandare dall’alto del suo 7’41”.80 su Mitsubishi Lancer Evo 3000 mentre Vincenzo Ottaviani (altro pilota di Popoli) con il tempo di 8’19”.06 si colloca nel secondo posto di gruppo e al primo nella classe 1600. Graziantonio Menza su Peugeot 106 1600 è il primo in 8’58”.49 del gruppo Prod-S che nella classe 2000 vede primo il popolese Leo Rizio in 9’11”.89 su Peugeot 205. In RS Cup Giovanni Grasso si aggiudica il confronto col ritirato Giuseppe De Angelis (entrambi su Renaul Clio) mentre in RS Plus Vito Tagliente (Peugeot 308 GTI 1600) ha la meglio su Serafino Ghizzoni (Mini Cooper 1600) e Antonio Cardone (Honda Civic Type R 2000). Nel gruppo RS si aggiudica il primo posto Angelo Marino con l’aggregato di 7’54”.24 su Mini Cooper JCW con gli altri piloti di casa che guadagnano un secondo posto nella classe 1600 (Claudio Pio in 8’47”.45 alle spalle del pescarese Giordano Di Stilio in 8’45”.05 nella classe 1600 ed entrambi su Citroen Saxo) e il primo posto con Alessandro Di Lisio che vince nella classe 1400 in virtù del suo 9’13” netto su Peugeot 106 R. Nel gruppo Bicilindriche invece Andrea Currenti si aggiudica il duello con Pasquale Coppola a bordo delle Fiat 500. Si chiude così la 58^ Cronoscalata “Svolte di Popoli” che ha riportato la “Città delle Acque” nel Campionato Italiano Velocità Montagna grazie al grande sforzo organizzativo della Asd Svolte di Popoli e del gruppo di volontari “Quelli delle Svolte” sostenuti da ACI Pescara, ACI Sport, Comune di Popoli, Province di Pescara e L’Aquila oltre ai partner che hanno dato il loro prezioso contributo per una manifestazione svoltasi nonostante le numerose problematiche emerse in tempo di Coronavirus Covid-19. Il direttivo della Asd Svolte di Popoli rivolge un ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per un evento la cui riuscita è dedicata al presidente Carlo Trafficante chiamato a un pronto recupero dopo l’infortunio dei giorni scorsi.

Le foto in galleria sono state scattate da Francesco Cicala dell’Accademia Sulmonese di Fotografia