SVOLTE DI POPOLI, CONFERMATO NELLE PROVE IL DUELLO MERLI-FAGGIOLI

Le prove ufficiali della 58^ Cronoscalata Svolte di Popoli, valida quest’anno per il Campionato italiano velocità, ha riproposto il duello tra Christian Merli e Simone Faggioli con il pilota trentino su Norma M20 FC (3’05”06 in prima manche e 3’01”85 in seconda) più veloce del toscano a bordo della Norma M20 FC (3’08”44 nella prima salita e 3’02”63) con una differenza di 78 centesimi nel miglior tempo sui 7,530 Km del percorso da Popoli alle immediate vicinanze del bivio per San Benedetto in Perillis. E’ stata una problematica per il siciliano Domenico Cubeda (Osella FA 30) che, dopo il ritiro in prima manche, ha fatto segnare il tempo di 3’07”73 accusando un ritardo di 5”10 dal dalla piazza d’onore. Nella classifica assoluta c’è stata una competizione serrata tra il sardo Emanuele Sergio Farris (Lola FA 3000), il catanese Luca Caruso (Osella PA 21/S), il ragusano Franco Caruso (Nova NP01), il giovane siracusano Luigi Fazzino sulla novità Osella PA 2000 Turbo e il trentino Diego Degasperi (Osella FA 30 Zytek) con il partenopeo Pietro Nappi un po’ più indietro su Osella FA 30. Nel gruppo CN non ha avuto rivali il calabrese Rosario Iaquinta (Osella PA 21) che con il tempo di 3’29”78 ha inflitto un distacco di oltre 11 secondi al bolognese Marco Cappucci (Osella PA 21 Evo), seguito a sua volta dall’aostano Giancarlo Graziosi su Osella PA 21/P. Dominio incontrastato anche quello del teramano Marco Gramenzi (3’46”.07 su Alfa 4C 01 Furore) nel gruppo E2 SH, il cui podio è completato dal calabrese Francesco Antonio Paone (Fiat X1/9) e dal maceratese Abramo Antonicelli su Audi TT. Nel gruppo GT il foggiano Lucio Peruggini con il tempo di 3’35”83 ha avuto la meglio su Rosario Parrino mentre al terzo posto si è collocato il pugliese Francesco Montagna (tutti su Lamborghini Huracàn). Nel gruppo E1 il calabrese Giuseppe Aragona su Mini John Cooper Works ha messo tutti in fila salendo in 3’46” netti mentre nel gruppo A è risultato incontrastato il primato di Rudi Bicciato (3’55”15 su Mitsubishi Lancer). In Prod-E il miglior tempo è quello del locale Pietro Chiarelli (4’27”23 su Honda Civic 1600), inseguito a poco più di 1” da Alessandro Cappello su Peugeot 106 R 1400. Nel gruppo N Antonino Migliuolo è il più veloce di tutti su Mitsubishi Lancer Evo 3000 con il pilota di casa Vincenzo Ottaviani (Citroen Saxo) che si aggiudica il duello del sabato con Rocco Errichetti (Peugeot 106) nella classe 1600. Dopo il ritiro in prima manche, l’altro pilota di casa Leo Rizio su Peugeot 205 2000 ha fatto registrare il miglior tempo nelle Prod-S, precedendo di appena 51 centesimi Antonio Scorza su Peugeot 106 R che però primeggia nella classe 1600. Nel gruppo RS Cup invece Giuseppe De Angelis ha fatto meglio di Giovanni Grasso (entrambi su Renault Clio). Nel gruppo RS Plus il pugliese Vito Tagliente su Peugeot 308 ha abbattuto il muro dei 4’ e si è piazzato davanti a tutti con il miglior tempo di 3’59”21, imitato dal salernitano Angelo Marino (Mini Cooper JCW TB 1600) che nel gruppo RS è salito in 4’02”01 mettendosi dietro la Peugeot 308 1600 di Giovanni Angelini mentre tra i piloti su Citroen Saxo 1600 il pescarese Giordano Di Stilio (4’24”48) e il popolese Claudio Pio (4’25”53) si sono messi alle spalle Cosimo Laghezza, Gabriele Bissicini, Giovanni Lisi e Gianluca Rodino. Nelle bicilindriche Andrea Currenti si è piazzato davanti a tutti con il tempo di 4’25”46, seguito da Pasquale Coppola e Mirko Paletta mentre Jhonny D’Agostino non è riuscito a concludere la seconda salita sulla inconfondibile Fiat 500 gialla e rossa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *