RESTA AI DOMICILIARI IL SULMONESE ARRESTATO PER DROGA DALLE FIAMME GIALLE

Resta ai domiciliari Silvio Del Boccio, il trentaquattrenne arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti dalla Guardia di Finanza, in un’operazione mirata alla prevenzione e repressione dei reati connessi al traffico degli stupefacenti. Il giovane sulmonese è stato colto in flagranza di reato dalle Fiamme Gialle mentre cedeva sostanza stupefacente ad un minore ospite di una casa famiglia del circondario. Nel corso dell’udienza di convalida, celebrata questa mattina, il giovane ha risposto alle domande del giudice, riferendo di non aver intascato nemmeno un centesimo da quella cessione. “Ho ceduto una sola volta la sostanza senza ricevere alcun corrispettivo in denaro” ha precisato, chiarendo anche che lo stupefacente era detenuto per uso personale e non a fini di spaccio. La difesa dell’indagato però non è stata ritenuta sufficiente per revocare la misura cautelare degli arresti domiciliari. Mentre il giudice ha convalidato l’arresto eseguito dalle Fiamme Gialle. Stando alle accuse i militari, intervenuti nell’abitazione del giovane, hanno rinvenuto due dosi di marijuana procedendo poi alla perquisizione personale e domiciliare del trentaquattrenne. Sono stati poi rinvenuti e sequestrati 6 grammi di marijuana, un grammo di hashish e 9 piante di cannabis, coltivate sul balcone di casa, oltre a numerosi semi di cannabis e materiale per la vendita e il confezionamento. L’avvocato Maria Grazia Lepore, che assiste l’indagato, probabilmente chiederà al Tribunale del riesame la revoca degli arresti domiciliari.