A BARREA UNA GITA IN GOMMONE FINISCE IN TRAGEDIA, GIOVANE ANNEGA NEL LAGO DOPO AVER SALVATO I FIGLI

Tragedia questa mattina a Barrea. Un uomo di 39 anni, di origine romena, è annegato, inghiottito dai flutti del lago, dopo aver messo in salvo i suoi figli di otto e dieci anni. L’uomo, residente in provincia di Frosinone, era su un gommone con la compagna e con i due bambini. I due piccoli giocavano sul gommone. Dopo un tuffo in acqua i due bambini hanno iniziato ad agitarsi, chiedendo aiuto al padre. L’uomo non ha perso tempo e tuffandosi ha subito portato in salvo i due piccoli. Ma un malore improvviso avrebbe provocato l’annegamento dell’uomo, scomparso nelle acque del lago. Sul posto sono stati chiamati carabinieri da Castel di Sangro e Alfedena e vigili del fuoco, che hanno utilizzato anche un elicottero per perlustrare la superficie del lago. Anche sommozzatori dei Vigili del Fuoco hanno scandagliato a lungo il fondo del lago ma il trentanovenne non è ancora è stato ritrovato. Sul caso è stata aperta un’inchiesta della Procura della Repubblica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *