STREET FOOD IN CENTRO STORICO AL VIA, RIMOSSI GLI STAND INTORNO AD OVIDIO

Si apre tra poche ore Tiello Streetto lo street food made in Italy, a Sulmona per il secondo anno consecutivo. Intanto l’amministrazione comunale, raccogliendo le segnalazioni e proteste di cittadini, ha fatto rimuovere gli stand che si erano collocati in piazza XX Settembre, circondando, in una sorta di vero e proprio accerchiamento, la statua di Ovidio, ancora una volta penalizzata, come era già accaduto solo sei giorni fa in occasione della Fiera ferragostana. I Truck faranno rotta nella città abruzzese da oggi fino a domenica 23 agosto, sostando nel centro storico in corso Ovidio, via De Nino e Piazza XX Settembre. L’evento è organizzato da Tiello STREETto con il patrocinio del Comune di Sulmona, al quale vanno i più sentiti ringraziamenti per aver centrato e valorizzato i temi ed i valori della manifestazione. “Per la seconda edizione di Tiello STREETto – afferma l’assessore alla Cultura di Sulmona Manuela Cozzi – si è cercato di offrire alla cittadinanza un’animazione del centro storico nelle serate di fine agosto qualificando il cuore pulsante cittadino, quest’anno particolarmente apprezzate da visitatori e turisti. Tiello STREETto è anche un volano di rilancio per il centro e le sue attività commerciali, duramente colpite dal Covid-19, che ha determinato gravi conseguenze sul piano economico, sociale e turistico. Compito dell’Amministrazione è stato quello di selezionare Organizzazioni che potessero garantire qualità dell’offerta e rigore nell’applicazione di tutte le prescrizioni per la prevenzione anti-Covid. Anche in questa fase in cui l’allerta è alta, è possibile realizzare queste manifestazioni nel rispetto della normativa e invito tutta la cittadinanza a vivere un momento di intrattenimento senza dimenticare mai il rigoroso rispetto delle regole con comportamenti responsabili”.”Lo street food rappresenta un evento importante per Sulmona e tutto il territorio, un appuntamento che richiama migliaia di persone – aggiunge il consigliere sulmonese Andrea Ramunno – . Quest’anno ci saranno numerosi truck dislocati in posizioni diverse in maniera tale da coinvolgere più zone, il tutto concordato con le attività commerciali e con chi opera nel centro storico di Sulmona. Sono contento di aver collaborato con gli organizzatori che hanno mostrato grande disponibilità a venire incontro a tutte le esigenze, quest’anno più pressanti anche in ragione della pandemia in atto “.
Presenti i migliori Truck Food d’Italia, ciascuno dei quali promotore delle peculiarità culinarie delle regioni italiane e non solo: specialità gastronomiche nostrane e piatti tradizionali internazionali che si fonderanno in una iniziativa dove il sano divertimento sarà contemplato nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. La disposizione dei tavoli seguirà infatti i protocolli nazionali e regionali vigenti in materia di Covid-19. Ogni truck verrà posizionato alla distanza di 1m ed il flusso dinamico sarà controllato dall’organizzazione dello staff di Tiello STREETto affinchè venga accertato l’uso della mascherina. I percorsi delle persone sono guidati da segnaletica orizzontale per controllare il flusso ed evitare assembramenti. Nei pressi di ogni truck è prevista la colonnina gel per l’igienizzazione delle mani ed ogni operatore avrà l’obbligo di servire cibo e bevande indossando mascherine e guanti usa e getta e dando in dotazione il kit di posate monouso.
Durante la degustazione delle prelibatezze provenienti da tutta Italia, saranno presenti artisti di strada che, sempre nel rispetto delle normative anti-Covid, gireranno per le vie del centro per rendere più “colorata” la manifestazione, dall’illusionista ai giocolieri di vario tipo, gli artisti non occuperanno una posizione fissa ma saranno in continuo movimento per evitare lo stanziamento delle persone e mantenere le giuste distanze di sicurezza.


One thought on “STREET FOOD IN CENTRO STORICO AL VIA, RIMOSSI GLI STAND INTORNO AD OVIDIO

  • 20 Agosto 2020 in 17:24
    Permalink

    Piazza Gatibaldi No? ….

I commenti sono chiusi