IN CAMMINO RISCOPRENDO L’ABRUZZO AGROPASTORALE, A SCONTRONE IN TANTI ALLA FESTA DELLA MONTAGNA

Una giornata a contatto pieno con la natura, quella vissuta ieri a Scontrone, grazie alla festa della Montagna. In tanti hanno accolto l’invito ad un’escursione “narrata”, un’esperienza avvincente curata da Francesca Camilla D’Amico. Durante il percorso infatti D’Amico ha narrato storie tratte dalla vita agropastorale che un tempo scandiva le giornate e le stagioni. Una vita le cui tracce restano intatte in riti e leggende delle montagne abruzzesi. La festa della Montagna è stata organizzata dal Comune di Scontrone e dall’Associazione Escursionisti, motore organizzativo dell’estate a Scontrone. Il folto gruppo di escursionisti si è diretto verso l’area paleontologica, partendo da piazza Sangro. “Nonostante l’emergenza sanitaria, nel rigoroso rispetto delle norme anticovid, il Comune e le associazioni di Scontrone hanno voluto comunque dare vita ad una stagione di cultura, di spettacoli, di sport e di momenti ricreativi – dicono alcuni esponenti dell’associazione Escursionisti – anche il nostro paese, in questa stagione, è meta di tanta gente, sia originaria del luogo che turisti e tutti hanno apprezzato la proposta del cartellone estivo, rivolgendo anche attenzione e interesse verso i nostri musei e le mostre in essi allestite. Grande interesse riscuote, come sempre, anche il centro paleontologico e la Casa degli Appennini di Iadeva, una suggestiva casa che ripropone il clima domestico di anni ormai remoti”. Intanto il paese allestito con fili colorati, a sottolineare il momento della festa e la serenità dell’estate, si appresta a vivere domani il Festival dei Giochi Antichi, altra affascinante proposta del cartellone estivo. Inizio alle 16.30, con la rappresentazione “Diario di un viaggio teatrale alla scoperta dell’Abruzzo” a cura del Teatro Vagante. Alla rappresentazione seguirà uno spettacolo di burattini, curato dalla compagnia dei fratelli Capone. Tutti i venerdi inoltre è possibile partecipare alle visite guidate al sito paleontologico con partenza alle 8 da piazza Sangro. Mentre i musei sono aperti tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30. Per informazioni ulteriori ci si può rivolgere al recapito di telefono cellulare 339.6409271.