ARRESTATO STEFANO PASSOFORTE, DOVRÀ SCONTARE 4 ANNI E 4 MESI

Dopo aver saputo che anche la Cassazione gli aveva dato torto confermando le condanne che in precedenza aveva avuto in primo e secondo grado, questa mattina, Stefano Passoforte ha deciso di costituirsi presentandosi spontaneamente nel carcere di Avezzano. Il giovane sulmonese che ha 31 anni, dovrà scontare la pena di quattro anni e quattro mesi di reclusione per i reati di lesioni aggravate e ricettazione. I fatti e le relative condanne sono relativi alla rissa che si sviluppò nel novembre del 2011 in Piazza Tresca, tra una dozzina di giovani sulmonesi e quattro militari in servizio di leva che quella sera erano in libera uscita. Secondo l’accusa fu una spedizione punitiva nei confronti dei militari. I quattro finirono tutti in ospedale con numerosi giorni di prognosi. L’altro episodio fa invece riferimento alla vendita e spaccio di banconote false. Dopo la conferma da parte della Corte di Cassazione,  nel frattempo le sentenze sono passate in giudicato e Passoforte dopo aver ricevuto la notifica dell’esecuzione della pena, ha deciso di costituirsi. Oggi è stato lo stesso Passoforte a darne notizia sulla sua pagina Facebook: “Amici da questo momento non potrò più rispondervi a messaggi non perche’ non voglio ma perché mi stanno arrestando per delle condanne vecchie e soprattutto ingiuste ma non fa’ niente,fa’ parte della vita e in ogni cosa come sempre cerco di essere sempre ottimista e prenderne sempre il positivo. Vi mando un bacione a tutti e vi prometto che tornerò più forte di prima …vi voglio bene  a presto”.