SLITTA A DOPO FERRAGOSTO L’INAUGURAZIONE DI “OASI”

Era stata annunciata per giovedì prossimo, 6 agosto, l’apertura del nuovo megastore “Oasi”, dove nei primi anni Novanta era stato realizzato il primo ipermercato sulmonese, il Sidis. Invece, nonostante le locandine già affisse e l’organizzazione già pronta per l’inaugurazione, problemi burocratici hanno costretto i titolari del megastore a rinviare l’attesa inaugurazione subito dopo Ferragosto. Per la nuova struttura commerciale di viale Repubblica mancano ancora alcune autorizzazioni. Infatti è attualmente in ferie il responsabile dell’ufficio Urbanistica del Comune, che ha competenza esclusiva per firmare le autorizzazioni in questione. Aprirà per il momento Oasi, del Gruppo Gabrielli, del settore alimentari. A settembre invece sarà la volta di Globo calzature, che attualmente si trova nello stabile dove fino a qualche anno fa c’era la concessionaria auto Fiat, Calderoni. Ma con l’apertura di Oasi si è solo ad un terzo del progetto completo di centro commerciale che sarà realizzato.



5 thoughts on “SLITTA A DOPO FERRAGOSTO L’INAUGURAZIONE DI “OASI”

  • 12 Agosto 2020 in 23:41
    Permalink

    Pigrizia, poca volontà, nemefreghismo, invidia, aggiungo mentalità meridionale, diciamo la verità.

  • 6 Agosto 2020 in 09:16
    Permalink

    Questi elementi appartengono a una dinastia di irresponsabili che anno dopo anno hanno messo in ginocchio una città irriconoscibile specialmente nell’area industriale e commerciale a tratti si sa il perchè , si presenta al suo ingresso lato meeting come il far west a cinecittà, mancano le stecche per attaccarci i cavalli a riposo.Però questa gente, la stessa che infligge multe e rigore senza farsi esame di coscienza prende lo stipendio ogni fine mese , fa l’assenteista e non rinuncia alle vacanze! Povera Sulmona, Giostra cavalleresca e uomini d’altri tempi!La madonna non scappa più per la vergogna

  • 4 Agosto 2020 in 20:15
    Permalink

    per me puo’ anche aprire il 2 gennaio ,tanto io eurospin non lo cambio

    1
    5
    • 12 Agosto 2020 in 23:37
      Permalink

      Conad, Eurospin, fanno schifo, basta guardare i banchi dei cibi freddi come formaggi, salumi, cibo preparato, i frigo tutti sporchi, pieni di non so cosa, mosche morte attaccate ai vetri, e la gente non vede niente, ho fatto commenti ai responsabili ma mi pare che sono cechi. Attenzione.

  • 4 Agosto 2020 in 16:43
    Permalink

    Pagliacciate estive! Non si capisce bene se al Comune di Sulmona, c’è qualcuno che sappia cosa vuol dire programmazione delle ferie, specialmente in coincidenza con scadenze legate ad impegni ed obblighi istituzionali. Ci abbiamo fatto le ossa, anche con la precedente apertura del Sidis che veniva aperto e poi chiuso, poi riaperto a seconda dei capricci del manager comunale di turno. Una mania comune a ciò che accade altrove, mi riferisco alle scuole chiuse nel post sisma ed ancora in attesa – dopo 11 anni- dell’approvazione di pratiche tenute in stand by: perché la logica pare essere quella per cui ogni ufficio preposto deve approvare il progetto e passarlo all’ufficio successivo, magari stesso piano, che si ritiene più importante del primo e si prende i suoi tempi per “studiare le carte” e tutto mentre, anche a causa del Covid-19 si parla di nuove aule, distanziamento degli studenti… Come sostiene, a volte a ragione, il nostro ‘Nduccio: ” la ggende sta ‘sauriiite!”

    7
    1

I commenti sono chiusi