MORTE LUCA IANNAMORELLI, ALLESTITA LA CAMERA ARDENTE. MERCOLEDI I FUNERALI

La salma del calciatore della Morronese Luca Iannamorelli di 30 anni è stata portata nel pomeriggio dall’ospedale di Pescara alla Casa Funeraria di Sulmona dove è stata allestita la camera ardente che rimane aperta dalle 9 alle 19 mentre i funerali si svolgeranno mercoledì alle 11 nella chiesa di Cristo Re. Il giovane sulmonese lottava da mesi con una leucemia e si trovava ricoverato nel nosocomio pescarese per seguire un nuovo ciclo di chemioterapia e per sottoporsi al trapianto che non c’è più stato. Sono tanti i messaggi di cordoglio. Il presidente della Figc Abruzzo Daniele Ortolana e l’intero consiglio direttivo esprimono vicinanza ai familiari ed agli amici. “Ciao Luca, fai buon viaggio”. Questo il saluto della Polisportiva Morronese al suo attaccante che ha lottato per otto lunghi mesi contro il terribile male. L’ultima rete, prima di iniziare le cure, Luca l’aveva realizzata il 6 ottobre scorso, nella gara al campo di Bagnaturo contro il Collarmele. A ricordare Iannamorelli è anche la società del Gs Aurora che in un post su facebook scrive: “Quante risate, quante litigate, quanti abbracci, quanti gol fatti e sbagliati. Tanti, tantissimi sorrisi. Siamo stati fortunati ad avere avuto la possibilità di vederti crescere, di esserci stati gli uni per l’altro nei tanti momenti condivisi insieme. Nel frattempo il Luca ragazzo era maturato, era diventato uomo. La gioia e la vitalità che ti avevano sempre contraddistinto si erano fatte più intime e i tuoi occhi lasciavano trasparire nitidamente la ferma volontà di costruire qualcosa di bello e duraturo per te e per le persone a te più vicine. Il tempo ti ha impedito di realizzare i tuoi desideri, lasciando a noi che restiamo qui l’amaro compito di custodire e conservare gelosamente ogni singolo frammento di vita trascorso insieme. Ciao Lù…”. Tutto il mondo del calcio dilettantistico intende far sentire la propria vicinanza. “Ciao Luca, fai buon viaggio e riposa in pace”. E’ quanto si legge in una nota del presidente dell’Usd Nerostellati 1910 Silvio Formichetti e di tutta la dirigenza pratolana.