ATLETICA LEGGERA, L’AMATORI SERAFINI RIPRENDE A CORRERE DOPO LO STOP

di Domenico Verlingieri

L’Amatori Serafini, storica società sulmonese di atletica leggera fondata nel 1976, ha ripreso le attività con entusiasmo. E’ stata una delle prime a tornare in pista grazie al riconoscimento ottenuto da Remo Palazzone di “atleta di interesse nazionale”. Ciò ha favorito la riapertura immediata degli impianti sportivi dell’Incoronata per consentire al promettente ostacolista di potersi allenare in vista delle prossime gare. Oltre a Palazzone hanno ripreso tutti gli atleti di punta come la giavellottista Sara Scuderi, che ha ottenuto il minimo per i Campionati italiani allievi, e il decathleta Daniele Silvestri che in Lombardia ha vinto le prove multiple avvicinandosi al suo miglior risultato di sempre. I responsabili della società Gino e Mimmo Carrozza ed Annelies Knoll, armati di impegno e passione stanno curando nei minimi dettagli la preparazione, dopo lo stop dovuto al Covid-19, nel complesso Nicola Serafini prontamente sanificato dal Comune di Sulmona. Un ambiente sano dove si può fare sport a 360 gradi. L’ingresso degli atleti avviene con la mascherina, che poi toglieranno durante la seduta, e dopo il controllo della temperatura con il termoscanner viene dato il via agli allenamenti con i tecnici rigorosamente in mascherina. “Dobbiamo riscontrare – afferma Gino Carrozza – che la partecipazione in questi giorni non è nutrita perché c’è ancora un po’ di paura da parte dei ragazzi dopo quello che è accaduto per il Coronavirus. Voglio rassicurare i genitori affinché non abbiamo alcun timore perché la nostra società ha preso in esame tutte le possibili precauzioni con la presenza costante degli istruttori al fine di garantire la massima sicurezza. Il nostro obiettivo è quello di lavorare più di prima alla formazione ed all’educazione dei giovani”. L’Asd Amatori Serafini sta coinvolgendo gli studenti con la scuola di atletica per ragazzi e ragazze dai 5 ai 12 anni con l’intento di creare gli atleti del futuro. C’era tanta voglia di rialzarsi dopo lo stop ma bisogna ancora attendere per quanto riguarda l’organizzazione a Sulmona delle gare regionali. La Federazione aveva subito indicato la pista a 8 corsie di Sulmona, insieme a quelle di Pescara e L’Aquila, per ospitare a giugno e a luglio le prime competizioni abruzzesi ma i dirigenti sulmonesi hanno rinunciato per i troppi impegni legati ai protocolli ed alle linee guida per la ripartenza dello sport. “Se a settembre le misure verranno alleggerite ci faremo trovare pronti”. Annuncia Carrozza che sta già pensando ad ospitare un evento di caratura nazionale per il 2021. “La Fidal – conclude – ci ha dato la possibilità di richiedere una manifestazione nazionale annullata quest’anno”. I propositi sono buoni per la blasonata società sulmonese che ha in animo di valorizzare la propria storia con un volume sui lunghissimi anni di attività che hanno portato ben dieci atleti dell’Amatori Serafini a vestire la maglia azzurra.