“LEGA DIFENDE I TRIBUNALI MINORI”, IMPEGNO DELL’EX SOTTOSEGRETARIO DI GIUSTIZIA MORRONE (video)

“La Lega è sicuramente vicina ai Tribunali minori, presìdi di giustizia e di sicurezza. Sicuramente con emendamenti, interrogazioni e lettere al ministro di Giustizia, Alfonso Bonafede. Ora siamo in opposizione ma quando eravamo al governo ci siamo battuti per una revisione della riforma Orlando, che dalla sera alla mattina, ha soppresso diversi tribunali”. E’ questo l’impegno, preso a nome del partito di Salvini, dal deputato Jacopo Morrone, già sottosegretario alla Giustizia, nel governo Conte 1. Lo stesso ex sottosegretario ha sottolineato l’importanza del progetto di legge regionale proposto dalla Lega perchè a tutela della vita dei tribunali di Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto, gli enti locali e la stessa Regione si accollino l’onere delle utenze e dell’edificio che ospita la sede giudiziaria. In proposito è intervenuto il consigliere regionale leghista, Vincenzo D’Incecco, tra i presentatori del progetto di legge, ricordando l’incontro della settimana scorsa tra la commissione Bilancio della Regione ed i sindaci di Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto ed i presidenti dei quattro rispettivi ordini forensi. Morrone ha incontrato il presidente dell’Ordine forense di Sulmona, avvocato Luca Tirabassi ed una delegazione dell’Ordine con il Procuratore capo della Repubblica, Giuseppe Bellelli. Il presidente dell’Ordine e il procuratore hanno ribadito i motivi che si oppongono alla soppressione del Tribunale di Sulmona. In particolare Tirabassi ha insistito perché la Lega, in coerenza con la sua politica di decentramento, s’impegni nella difesa del Tribunale peligno. Sull’importanza di preservare il servizio giustizia ai cittadini di un territorio ampio, come quello del Centro Abruzzo, ha invece posto attenzione il procuratore Bellelli. Riguardo agli uffici di prossimità che il ministro Bonafede propone nelle sedi dove i tribunali sono soppressi, Morrone ha detto che “sono sicuramente un servizio in più per i cittadini ma non possono sostituire assolutamente i tribunali”. All’incontro hanno preso parte anche il coordinatore regionale, Luigi D’Eramo, il consigliere regionale Antonietta La Porta, il capogruppo comunale, Roberta Salvati, i coordinatori territoriale e cittadino, Nicola Di Simone e Fabio Federico. Subito dopo l’incontro in Tribunale l’ex sottosegretario è stato in visita nel supercarcere di Sulmona.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *