ARRESTI PER POLITICI E IMPRENDITORI PESCARESI, BLITZ DELLE FIAMME GIALLE

Cinque nomi eccellenti della politica pescarese sono finiti agli arresti domiciliari, questa mattina, a conclusione di un’operazione del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Pescara, sotto la direzione della locale Procura della Repubblica. Le ordinanze di misura cautelare sono state emesse a carico di tre importanti esponenti politici e due imprenditori. I politici sono Giacomo Cuzzi e Simona Di Carlo, all’epoca dei fatti contestati assessori al Comune di Pescara e Moreno Di Pietrantonio, segretario del Pd pescarese. Agli arresti anche gli imprenditori Andrea Cipolla e Cristian Summa. Parallelamente i finanzieri hanno proceduto al sequestro di beni ed alla notifica a cinque società della misura interdittiva di contrarre con la Pubblica amministrazione per quattro anni. Agli indagati sono stati contestati episodi di corruzione, finanziamento illecito a politici e candidati e turbativa d’asta. Le indagini hanno preso il via nel 2018, a seguito di alcune segnalazioni giunte alla Guardia di Finanza su presunte illiceità nell’assegnazione dell’organizzazione dei cosidetti “grandi eventi”, in particolare dei concerti musicali, per i quali il Comune di Pescara risultava, in effetti, particolare e attivo promotore, con importanti risorse finanziarie a ciò destinate.