FURTI IN CITTA’, DAVANTI AL GIP LA DONNA SI DIFENDE: NON SONO DIABOLIK

Arresto convalidato dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Sulmona, Giuseppe Ferruccio, per Emanuela Del Giovane, 41 anni, sulmonese, ritenuta responsabile nei giorni scorsi di nuovi furti messi a segno in alcuni appartamenti nella zona di via Tagliamento. La donna, assistita dall’avvocato Vittorio Masci, ha dichiarato al giudice la propria estraneità ai fatti dicendo di non poter in pochi minuti spostarsi da piazza Plebiscito, nei pressi della chiesa di S.Maria della Tomba, in via Tagliamento, nel quartiere dei Cappuccini. “Non sono diabolik” ha sottolineato la quarantunenne. Il giudice, convalidando l’arresto eseguito dalla Polizia cogliendo la donna in flagranza di reato, ha disposto la misura cautelare in carcere, nel penitenziario di Teramo, in attesa del processo per direttissima fissato per martedì prossimo, 23 giugno. Al momento dell’arresto la donna aveva due portafogli, un computer ed altri effetti che, in base agli immediati accertamenti, risultavano essere stati rubati poco prima all’interno di due appartamenti in via Tagliamento. Mentre si stanno già studiando misure per la delicata situazione psicologica che affliggerebbe la stessa quarantunenne.