LICEO CLASSICO, LE ASSICURAZIONI DELL’ASSESSORE ZAVARELLA NON CONVINCONO IL PD

Il Pd non sembra convinto delle dichiarazioni rilasciate a ReteAbruzzo dall’assessore comunale ai Lavori pubblici, Salvatore Zavarella, che ha annunciato come imminente l’atteso parere della Soprintendenza sul progetto di adeguamento sismico dell’edificio storico del Liceo classico Ovidio, in piazza XX Settembre. Nessun sospiro di sollievo, dopo oltre un anno di attesa e spesso di silenzio, da parte dei dirigenti Pd, per l’annuncio dell’assessore. Tutt’altro. “Le mirabolanti affermazioni dell’assessore ai “lavori pubblici”, già eletto uomo dell’anno delle pulizie cittadine ed ora candidato a “Superman” di questa Giunta per 4/5 inesistente, sull’imminente sblocco del dossier Liceo Classico Ovidio ( da oltre dieci anni in attesa di ricostruzione post-terremoto ), danno adito a qualche considerazione in merito” premette il Pd. “E’ in arrivo il parere del sovrintendente sul progetto a suo tempo presentato, parere bloccato da oltre un anno”. Dichiara Zavarella, proseguendo che ciò è avvenuto in seguito a sue pressioni su detto Ufficio. Dal che se ne può dedurre che in questi ultimi quattro anni, tutti i suoi predecessori “al ramo”, con in testa la Casini, sono stati degli inetti, assolutamente incapaci di mettere in atto quel minimo di attività politico-amministrativa che la situazione di stallo avrebbe richiesto. Oppure siamo di fronte all’ennesima “sparata” mediatica in cui il personaggio sembra eccellere, particolarmente portato a vendere come miracoli iniziative appena dovute per la funzione chiamato a svolgere, del cui esito ci permettiamo, però, di dubitare” affermano i dirigenti del circolo dem sulmonese. “Non chiarisce, infatti, il nostro super assessore che fine hanno fatto gli 800mila euro di integrazione necessari alla correzione di quell’infausto progetto, richiesta per il rispetto dei parametri di sicurezza necessari ad ospitare una scuola. Somma che sembra essere sparita dai radar della provincia, che nell’ultima programmazione economica non ne fa menzione, nonostante le assicurazioni fornite a suo tempo al consigliere provinciale Ramunno ed alla stessa Casini” precisa il Pd. “Inoltre, qualora fosse necessario rielaborare il progetto di sana pianta (rinunciando agli indisponibili 800.000 €), come si fa a dire che a settembre si va all’affidamento dei lavori di ristrutturazione dell’edifico in questione? Malati di inguaribile ottimismo e fiduciosi nelle qualità taumaturgiche dell’assessore Superman, capace di trasformare in oro tutto quello che tocca, aspettiamo con comprensibile trepidazione settembre, quando potrebbe intravvedersi, alfine, la conclusione per il 2022 (?) di una ben altra felice “transumanza”, quella degli allievi del Liceo Classico Ovidio nella propria sede storica naturale” conclude il Pd.