POMPEO RICORDA LE SUE ORIGINI DI PACENTRO NEL GIORNO DELLA FESTA DELLA REPUBBLICA

Le radici italiane e meglio ancora abruzzesi della propria famiglia sono state ricordate dal segretario di Stato americano, Mike Pompeo, i cui bisnonni proprio da Pacentro emigrarono negli Stati Uniti, in una dichiarazione fatta ieri, in occasione dell’anniversario della Repubblica italiana. “Oltre venti milioni di americani, me compreso, possono rintracciare le loro radici in Italia, e gli italo-americani hanno dato importanti contributi ad ogni aspetto della vita americana”, ha sottolineato Pompeo, ricordando l’ospitalità del popolo italiano durante il suo viaggio in Italia lo scorso ottobre, quando fece tappa anche nella casa dei suoi antenati nel paese d’origine. Una visita che suscitò grande emozione a Pacentro e nel comprensorio. Pompeo e la moglie infatti trascorsero il pomeriggio del 3 ottobre scorso a Sulmona, dopo la visita a Pacentro. Ma accanto alle emozioni e al clima di festa su quella visita fioccarono anche le polemiche sulla proposta di cittadinanza onoraria di Pacentro per Pompeo. Alle proteste degli ambientalisti e pacifisti che chiesero venisse negata la cittadinanza al segretario di Stato Usa, per il raid ordinato contro l’Iran, il sindaco di Pacentro, Guido Angelilli, replicò precisando che già nelle settimane successive alla visita dell’illustre ospite il Consiglio comunale aveva respinto la proposta avanzata dai consiglieri di minoranza.