IL VESCOVO BENEDICE IL PARCO DAOLIO TORNATO ALLA CITTA’, OMAGGIO AGLI IMPRENDITORI VOLONTARI

Nel segno dell’enciclica Laudato Si, nel suo quinto anniversario, il vescovo Michele Fusco oggi pomeriggio ha celebrato la santa messa nel Parco Daolio, tornato al suo volto migliore. “In questa giornata in cui si riapre questo parco anche noi vogliamo prendere l’impegno di rispettare il creato, dono di Dio” ha sottolineato il vescovo nell’omelia. “Abbiamo vissuto il periodo della pandemia – ha aggiunto il pastore della diocesi – siamo rimasti in casa e abbiamo visto che la natura si riappropriava dei suoi spazi, l’erba cresciuta ovunque e animali per strada. Nell’enciclica papa Francesco ci dice quale mondo vogliamo lasciare a chi viene dopo di noi e rinnova l’appello urgente a risolvere la crisi ecologica, prendendoci cura del creato e la pandemia ha avuto origine anche dalla manipolazione della creazione”. Da qui il rinnovato appello al rispetto e alla tutela dell’ambiente, come strada per risollevare le sorti del mondo. A conclusione della celebrazione religiosa il sindaco Annamaria Casini e l’assessore Salvatore Zavarella hanno voluto ringraziare gli imprenditori Walter Tirimacco, Pasquale Di Toro e Alessandro Spinosa per aver ripulito da erbacce, sterpaglie e rifiuti, il parco Daolio, in pochi giorni, restituendolo alla fruizione della collettività. Un riconoscimento è stato dato anche al nuovo dirigente del Commissariato di Polizia, Antonio Scialdone. A tutti è stato fatto omaggio di quadri degli artisti Nunzio Di Placido, Loreta Almonte e Simona Lo Criti. “Vogliamo ringraziare tutti coloro che in spirito di volontariato e quindi in totale gratuità hanno lavorato per restituire al suo pieno decoro questo polmone verde cittadino, ora tornato nella piena disponibilità della comunità sulmonese” hanno sottolineato il sindaco e l’assessore Zavarella.