NUOVO MERCATO, AMBULANTI PRONTI A RIVOLGERSI ALLA PROCURA PER LA NUOVA DISLOCAZIONE DELLE BANCARELLE

Si annunciano strascichi giudiziari dopo la prima movimentata giornata di mercato di piazza Garibaldi, tornato ai classici due giorni settimanali ma con una nuova dislocazione delle bancarelle degli ambulanti. Non tutti infatti sono rimasti soddisfatti della nuova posizione in piazza  che il Comune ha loro assegnato. Tanto che alcuni annunciano esposti alla procura già da lunedì. È il caso di Sandro Donatelli che si dice pronto a rivolgersi alla giustizia perché si ritiene fortemente penalizzato dalla nuova dislocazione. “Sio purtoppo, sono uno di quelli che sono stati decentrati in via Federico II, ma non ho aperto il mio banco, perchè dopo 34 anni di posteggio pagato puntualmente sono stato messo nel limbo dei malfattori”, afferma il commerciante. “Lunedi mattina mi recherò in procura per tutelare la mia posizione, visto che altre persone si sono sistemati in angoli della piazza che non erano stai  loro assegnati. Spero solo che chi era addetto al controllo , abbia elevato delle multe, perchè se così non è stato  dovranno anche loro tutelare la loro posizione. Spero che la più alta autorità, cioè il sindaco, prenda atto che il mercato come lo hanno realizzato non serve a niente vista la mancanza totale di controllo”. Ma dal Comune fanno sapere di essere pronti a intervenire per punire i trasgressori e per riportare la normalità in un mercato che deve essere tutelato, così come gli ambulanti che lo animano, nel segno della correttezza e del rispetto reciproco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *