PD: OSPEDALE DI SULMONA DI PRIMO LIVELLO E NUOVA ASL DEL CENTRO ABRUZZO

Il Pd sulmonese rilancia la proposta di qualificare l’ospedale dell’Annunziata come ospedale di primo livello, con Popoli e Castel di Sangro ospedali di base, “con quei servizi e relativo personale sanitario che rispondano alle esigenze di cura di una popolazione di prossimità, in questi ultimi tempi trascurata quando non ignorata completamente”. Il Pd premette che la pandemia in atto ha rivelato come nel campo della sanità già da tempo “quella pubblica ha lasciato progressivamente il campo ad un depauperamento delle sue strutture operative, a volte a favore di quella privata, quanto non più spesso ad una sua deprivata efficacia sul territorio “tout court”.
“E’ stata questa l’evoluzione della sanità pubblica in Abruzzo ed in ispecie sul nostro territorio, dove, in nome di un bilancio da risanare a qualsiasi prezzo, si è proceduto a tagli selvaggi che hanno prodotto come conseguenza il declassamento dell’ospedale di Sulmona, e il pratico svuotamento degli altri nosocomi di Popoli e Castel di Sangro”. Oggi più di prima, secondo il Pd “appare quanto mai opportuno ripensare l’organizzazione dei presidi sanitari sul nostro territorio, con uno sforzo di condivisione collettiva che travalichi i singoli schieramenti politici ed ideologici, per puntare a ridisegnare un servizio sanitario territoriale efficace a favore della collettività tutta del Centro Abruzzo”. Alla proposta della riqualificazione dell’ospedale sulmonese il Pd aggiunge quella di una nuova Asl tra Sulmona, Popoli e Castel di Sangro. “Il bacino di utenza di tale servizio, tra Sulmona, Popoli e Castel di Sangro, rivolto essenzialmente a popolazioni delle aree interne e, quindi, sostanzialmente svantaggiate da una serie di condizioni oggettive a partire da quelle geomorfologiche a quelle socio-economiche, potrebbe riguardare circa settantamila cittadini ricompresi tra i territori dell’Alto Sangro a quelli dell’Alto Pescara – sottolinea il Pd – Tale assetto potrebbe trovare la sua organizzazione sistemica con la previsione di una Asl specifica la cui costituzione in virtù della legislazione vigente, non troverebbe ostacoli di natura normativa e quindi dipenderebbe esclusivamente da una volontà politica lungimirante. Amministratori, dunque, che pongano al centro della loro azione di governo l’interesse primario del riequilibro dei territori sotto ogni profilo, non ultimo quello di una sanità pubblica accessibile per tutti i cittadini della regione, con le garanzie di quella buona medicina cui ormai non si può più rinunciare in nome di criteri valoriali altri”.



2 thoughts on “PD: OSPEDALE DI SULMONA DI PRIMO LIVELLO E NUOVA ASL DEL CENTRO ABRUZZO

  • 20 Aprile 2020 in 20:59
    Permalink

    Quando si parla di sanità non si può omettere di discutere anche di riorganizzazione della medicina generale. Ancora pensiamo in modo esclusivamente ospedalecentrico. Si trascura la gran parte dell’erogazione dei servizi sanitari che devono essere dati sul territorio, e in modo funzionale.

  • 20 Aprile 2020 in 14:39
    Permalink

    Ma non potevano proporla alla passata legislatura. Visto che era a guida PD? Mah…

I commenti sono chiusi