VILLA GIOIA, SCOCCIA: C’E’ CHI CONTINUA A LAVORARE CONTRO LA VALLE PELIGNA

“E’ vergognoso, il presidente della Regione, Marco Marsilio e la giunta regionale continuano a lavorare contro la Valle Peligna”. E’ indignata anche la reazione del consigliere regionale Marianna Scoccia alla decisione dell’Asl, che sorprendendo tutti, ha fatto marcia indietro sull’accoglienza di pazienti da coronavirus, in via di guarigione, nell’edificio di Villa Gioia. “Ero presente, insieme al sindaco Annamaria Casini e all’assessore comunale Salvatore Zavarella, all’incontro con la Protezione civile regionale quando la stessa ha comunicato l’idoneità della struttura di Villa Gioia ad accogliere i pazienti Covid del nostro territorio – ricorda il consigliere regionale – ritengo vergognoso che, dopo venti giorni, non sia stata ancora sottoscritta la convenzione tra la Asl e la stessa protezione civile regionale e ritengo un’autentica presa in giro che, dopo aver atteso invano tutti questi giorni, ci venga comunicato che prima deve essere interamente riempito un Hotel dell’Aquila e poi, eventualmente, la struttura di Sulmona”. Come pure Scoccia stigmatizza il fatto che i pazienti di Sulmona non possano trascorrere il periodo di convalescenza, in attesa della negativizzazione del tampone, in una struttura della loro città.