INFERMIERE FA LA SPOLA TRA PRE-TRIAGE E PRONTO SOCCORSO, I COLLEGHI CHIAMANO I CARABINIERI

Momenti di alta tensione oggi pomeriggio nel pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona dove sono dovuti intervenire i carabinieri per riportare la calma dopo un’accesa discussione tra due infermieri in servizio. Motivo della lite il fatto che uno dei due operatori dopo aver lavorato nel pre-triage ed aver partecipato alla somministrazione di tamponi, pretendeva di sostare stabilmente anche nei locali del pronto soccorso. Un comportamento che è stato prontamente stigmatizzato dai colleghi del pronto soccorso, i quali dopo aver sollevato il caso e per evitare che la discussione  potesse degenerare  in una vera e propria lite hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. Dopo pochi minuti  una pattuglia era già sul posto per raccogliere le testimonianze dei presenti e per riportare la calma. Sull’accaduto i carabinieri hanno stilato un rapporto che consegneranno nelle mani del comandante della compagnia, Maurizio Dino Guida. Di sicuro la patata bollente finirà nelle mani del primario del reparto Michele Suffoletta che dovrà fare chiarezza sul caso e sull’intera situazione. Tenendo conto che, così come è stato stabilito dalle direttive regionali per evitare il propagarsi del contagio in ospedale, il personale che opera nel pre triage, zona destinata alla somministrazione dei tamponi,  non può spostarsi dall’area assegnata durante l’orario di lavoro per raggiungere altre divisioni e soprattutto il pronto soccorso, proprio per garantire la massima sicurezza a un reparto che accoglie solo malati no-covid. Anche purché proprio in questi giorni, sono stati sottoposti a tampone tutti gli infermieri e i medici del pronto soccorso e del 118 dopo la positività al virus riscontrata in un medico del 118 che lavora nella sede di Sulmona. La situazione è quindi molto delicata e resterà tale almeno fino a quando non si conoscerà il risultato dei tamponi. 

Carabinieri in ospedale

One thought on “INFERMIERE FA LA SPOLA TRA PRE-TRIAGE E PRONTO SOCCORSO, I COLLEGHI CHIAMANO I CARABINIERI

  • 18 Aprile 2020 in 15:27
    Permalink

    bene,nome e cognome dell’idiota,che in violazione delle disposizioni sulla sicurezza pubblica, cerca visibilita’,pedate bene assestate,o no?

I commenti sono chiusi