UOVA DI PASQUA DONATE AGLI OSPEDALI DI SULMONA E POPOLI

Cento uova per il personale in servizio nei reparti di Pronto soccorso e di Rianimazione dell’ospedale dell’Annunziata sono stati donati dalla Condotta Peligna di Slow Food e dalla Cioccolateria Origine di Popoli. Stesso dono è stato fatto al personale in servizio nell’ospedale di Popoli. In questo caso le uova pasquali donate sono state trecento. In questo modo l’azienda popolese e la Condotta Peligna hanno voluto testimoniare una particolare vicinanza e una tangibile gratitudine per medici e infermieri che ogni giorno sono sul fonte della battaglia contro il coronavirus. “La Pasqua sia per loro e per le nostre comunità locali l’inizio di una svolta positiva che porti alla conclusione questo periodo assai delicato e per alcune persone anche drammatico” hanno auspicato Slow Food e la Cioccolateria.



2 thoughts on “UOVA DI PASQUA DONATE AGLI OSPEDALI DI SULMONA E POPOLI

  • 13 Aprile 2020 in 14:58
    Permalink

    bene,si cerca visibilita’…negli ospedali non hanno nulla ,colombe,uova,omaggi vari ,cotillon non servono,qui occorrono immediatamente i materiali per la sicurezza individuale,l’unica arma vincente ,che ferma la diffusione…basta con le trovate per gli spot pubblicitari, i politicialtroni vogliono la produttivita’,riaprire il paese in totale insicurezza,le mascherine dove sono ? Domani ripartono anche i contagi,altro che uova,o no?

    • 17 Aprile 2020 in 20:55
      Permalink

      È stato un gesto senza secondi fini, per far sentire la nostra vicinanza agli operatori che hanno vissuto la loro Pasqua tra i reparti. Stia tranquillo, in famiglia abbiamo già prodotto e donato più di 500 mascherine al soccorso alpino che le sta distribuendo a tutti coloro che ne hanno bisogno. Abbiamo donato una ingente somma alle raccolte fondi online, alle ONLUS che si occupano dei meno fortunati. Le richieste che fa sono legittime ma deve rivolgerle a chi amministra, non a chi, per quel che può, cerca di dare una mano. Saluti

I commenti sono chiusi