PROCESSIONE CHIETI, CRISTO SI STACCA DALLA CROCE


Le braccia del Cristo che all’improvviso si staccano dalla croce che l’arcivescovo sta portando, da solo, nella processione solitaria del Venerdì Santo. E’ successo questa sera a Chieti.
    L’arcivescovo Bruno Forte aveva da poco lasciato il Seminario Regionale, nella cui cappella ha celebrato la santa messa, quando, percorsi a piedi alcune decine di metri lungo corso Marrucino, il Cristo si è capovolto, restando ancorato solo con la parte inferiore alla croce. Forte a quel punto si è fermato, continuando a tenere la croce, ed è intervenuto l’unico sacerdote che lo accompagnava, riuscendo dopo un paio di tentativi a fissare di nuovo la piccola statua del Cristo alla croce. Forte ha così ripreso la processione, ”scortato” da due carabinieri in alta uniforme, sino al sagrato della cattedrale di San Giustino. (ANSA)

3 thoughts on “PROCESSIONE CHIETI, CRISTO SI STACCA DALLA CROCE

  • 11 Aprile 2020 in 14:12
    Permalink

    Ma che abominio, forza di gravita

  • 11 Aprile 2020 in 12:04
    Permalink

    Matteo 24:15-20

    15 Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -, 16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, 17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, 18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni. 20 Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato.

    • 11 Aprile 2020 in 17:29
      Permalink

      Secondo Pietro Amodeo, siamo nei tre anni e sei mesi,dove si compirà la profezia .dal 19 luglio 2019.

I commenti sono chiusi