SONO IO L’INFERMIERA INFETTA, PARLA L’OPERATRICE SANITARIA RIMASTA CONTAGIATA DAL VIRUS

Cresce il numero degli operatori sanitari dell’ospedale di Popoli contagiati dal coronavirus. Dopo l’infermiera residente a Pratola Peligna che è stata messa in quarantena controllata, un nuovo caso si registra nel personale infermieristico del nosocomio popolese. Si Tratta di Alessandra Bartoletti che con grande coraggio esce allo scoperto e sulla sua pagina social annuncia di aver contratto il virus. Questa è la sua testimonianza: “Comprendo la vostra curiosità, comprendo la vostra pauranell’avere un caso di Covid 19 nel proprio paese e non conoscerne l’identità. Eccomi qui, quella persona sono io. In molti già lo sanno, ma per chi non lo sapesse ho contratto il virus svolgendo la mia missione di aiuto del prossimo. Sono un’infermiera e tra i rischi del mio lavoro c’è anche questo. Mi ha presa in pieno, colpita e affondata. Il colpo è stato duro ma sto rispondendo bene, la mia situazione di salute è stabile, per fortuna. Volevo ringraziare tutte le persone che hanno avuto un pensiero carino per me. Mi avete fatto sentire meno sola. E volevo rassicurare tutte quelle persone che giustamente temono per la propria incolumità. Da operatrice sanitaria, da mamma, da cittadina ho rispettato strettamente tutti i decreti emanati fino ad ora. Quando ho visto che la situazione stava diventando complicata mi sono auto isolata. Uscivo solo per recarmi al lavoro; sono rimasta in casa e anche qui sono stata prudente con i miei familiari. In tanti mi avete contattata e sono sicura che in tanti avreste voluto farlo, quindi ringrazio di nuovo tutti per la solìdarietà che state mostrando nei miei confronti”. Alla luce del secondo caso registrato tra il personale dell’ospedale di Popoli emerge che qualcosa non ha funzionato nella gestione dei controlli e nella dotazione di tutti i dispositivi di sicurezza per evitare che il contagio si propagasse anche tra gli operatori del nosocomio.