CLINICA SAN RAFFAELE, LA ASL DICE NO ALLA ZONA ROSSA

La asl dice no alla zona rossa. alla richiesta arrivata dal sindaco di Sulmona che ha chiesto la chiusura con il lucchetto della città e soprattutto della clinica San Raffaele, dalla Asl babbo saper che la richiesta no può essere accolta.” In relazione ai recenti articoli di stampa riguardanti la struttura di riabilitazione San Raffaele di Sulmona, l’Azienda Sanitaria Locale tiene a precisare come la stessa sia oggetto di costante monitoraggio, attraverso il proprio Dipartimento di Prevenzione che, in collaborazione e disponibilità con la Direzione Sanitaria del San Raffaele, ha posto in essere tutte le azioni tese al controllo e limitazione dei casi verificatisi all’interno della stessa”, scrivono in un comunicato dalla Asl. “In particolare, occorre precisare che i casi accertati Covid positivi, risultano essere di n. 21 pazienti e n. 9 operatori sanitari. I pazienti sono attualmente ricoverati in sicurezza presso il San Raffaele,  attraverso l’utilizzo di posti letto in stanze singole, in un settore della struttura isolato e distinto”. “Come da protocolli, i contatti sono stati sottoposti a sorveglianza sanitaria con l’effettuazione di un tampone, che sarà ripetuto secondo specifica calendarizzazione” – proseguono dallaASl – I dati epidemiologici e di sorveglianza non depongono, a tutt’oggi, per dichiarare una “zona rossa”   del territorio sul quale insiste il San Raffaele. La situazione di cui sopra è oggetto di costante monitoraggio e viene continuamente aggiornata e comunicata all’Assessore alla Sanità della Regione Abruzzo”.