BUONI SPESA, COSA SONO E COME FUNZIONA LA PROCEDURA

E’ stato pubblicato già da ieri, 2 aprile, sul sito del Comune di Sulmona, l’avviso per consentire alle famiglie di accedere ai buoni pasto, con la relativa modulistica, e per l’adesione degli esercizi commerciali interessati ad essere inseriti tra le attività che riceveranno i buoni pasto (da rimborsare alle attività in un secondo momento).
Il buono pasto è, in sostanza, un buono spesa (una tantum), per un importo massimo di 500 euro, rivolto ai nuclei familiari che in questo periodo non hanno avuto entrate a causa dell’emergenza coronavirus e che rischiano di non poter acquistare neppure i beni essenziali. I buoni saranno successivamente rimborsati, con tempistiche brevi, alle attività che aderiranno. L’avviso del Comune di Sulmona scade il prossimo 8 aprile e l’istruttoria sarà effettuata in tempi brevi, con l’obiettivo di poter erogare il contributo prima di Pasqua. L’intenzione dell’Amministrazione è di assicurare velocemente questo contributo a chi ne ha bisogno. Il vicesindaco Marina Bianco spiega che “Si è scelto un modello d’intervento in linea con quanto stanno facendo i più grandi Comuni della regione, con l’affidamento della procedura ad un soggetto terzo, la E.P. spa , per garantire che l’iter avvenga in maniera efficace ed efficiente e per accelerare il più possibile i tempi d’istruttoria ed erogazione ai beneficiari.  La società vanta già nove esercizi convenzionati a cui si aggiungeranno tutti gli altri interessati.
Peraltro , l’Amministrazione mira a garantire un rapido rimborso agli esercizi coinvolti evitando i tempi che sarebbero stati congeniti all’apparato comunale qualora il sistema fosse stato gestito internamente”.  “Ho già ricevuto” afferma il sindaco Annamaria Casini la disponibilità di alcuni esercizi commerciali della città ad applicare ulteriori sconti per consentire ai percettori dei buoni spesa di migliorare il loro potere d’acquisto aggiungendo una percentuale di spesa a titolo di donazione. Questa è un’ ulteriore dimostrazione degli sforzi che si stanno facendo sul nostro territorio per sostenere chi ha meno. Ringrazio da ora tutti coloro che si attiveranno per aiutare le famiglie più bisognose.” “Per consentire a tutti di manifestare la propria solidarietà”prosegue il sindaco “il Comune ha attivato da ieri anche  un conto corrente dedicato, acceso presso TESORERIA COMUNALE BPER, intestato a Comune di SULMONA – Emergenza Covid-19. Questo è l’IBAN: IT 85 C 05387 40802 000003203598. Le entrate saranno destinate ad integrare gli interventi di solidarietà alimentare rivolti alla popolazione che in questo momento è in difficoltà. Siamo certi che non mancherà la dimostrazione di benevolenza dei cittadini e che la comunità saprà stringersi attorno a chi è più fragile  e sta pagando il prezzo più alto dell’emergenza”.
“Il Comune sta intensificando il proprio intervento, con il coinvolgimento della Protezione Civile, a supporto della Caritas. Si punta ora ad attivare immediatamente il progetto della “Spesa Sospesa”, per aumentare la distribuzione dei pacchi alimentare alle famiglie che ne hanno necessità” conclude il sindaco Casini.